19 gennaio 2017

TRE ANNI, SEI NOMI, IL PRO12 INCERTO DELL’ITALIA

franco-smith
Franco Smith vestito Cheetahs

Sapete cosa accomuna i noni di Gianluca Guidi ed Andrea Cavinato, oltre ad aver entrambi allenato Calvisano e da lì essere passati entrambi a dirigere le Zebre? Aver entrambi dovuto abbandonare la panca della franchigia ben prima della fine del loro campionato. Certo i motivi sono diversi ma il percorso è lo stesso e, soprattutto, lo stesso è l’epilogo.

Sapete cosa accomuna i nomi di Franco Smith e di Umberto Casellato? L’esonero dalla Benetton Treviso.

L’ultima domanda è d’obbligo, sapete cosa accomuna i nomi di Victor Jimenez e Marius Goosen? Quello di essere stati per ben due volte i sostituti degli Head Coach allontanati. Jimenez ha infatti in questi giorni preso in mano il timone delle Zebre al posto di Guidi. Leggi tutto….

17 gennaio 2017

RUGBY E SALUTE, MEDICI “SBADATI” IN CAMPO: EPCR INDAGA MUNSTER.

headinjury
L’infortunio a Brian O’Driscoll nel Sei Nazioni 2010

In campo ci vanno anche i medici ma non se ne parla mai mentre invece la cosa, in questo rugby moderno che fa della ricerca del massimo scontro fisico una strategia di attacco, dovrebbe essere all’ordine del giorno.

Lo è stato in questi giorni sul Daily Telegraph dove Richard Bath firma un pezzo che, partendo da un episodio sottaciuto dell’ultimo turno di Champions Cup, racconta le preoccupazioni di un rugby che si è fatto pericoloso ma anche eccessivamente “sbadato”. Leggi tutto….

13 gennaio 2017

ZEBRE, DOGI, LEGA: NON PER SFIDA MA PER IL RUGBY. PLEASE.

RBS 6 Nazioni, round 2, 09-02/2014, Parigi Stade De France, Francia v Italia, da sinistra; Ghiraldini,Geldenhuys,Bergamasco, Castrogiovanni e Parisse
L’Italia chiamò.

Dopo il capitolo della potenziale costituzione della Lega dei Club per la rivitalizzazione del Campionato di Eccellenza e del rugby nazionale, quello delle Zebre agonizzanti che cercano soldi o si spostano altrove, non poteva mancare la messa in discussione del terzo tassello del nostro vertice ovale: quello della Benetton Treviso. Il cerchio si è chiuso ed ora l’italrugby è liquida. Leggi tutto….

5 gennaio 2017

CASSANDRE A STRISCIE: PARMA NON VALE UNA MESSE. ZEBRE ADDIO?

frederick-sandys-cassandra-c-1895
Cassandra in un dipinto di Anthony Frederick Augustus Sandys (1895)

Si parla di Zebre e la mente vola a Cassandra, nota figura mitologica, non solo legata alla sua preveggenza ma anche al fatto che, avendo autorevoli appoggi, sapeva bene quello che diceva. Insomma la Cassandra lo sapeva che il grande cavallo di legno che doveva entrare a Troia conteneva soldati nemici ma mica era cosa venuta fuori così per caso, il dono della preveggenza lo aveva avuto da un dio, Apollo. Torniamo alle Zebre che oggi, data 5 gennaio del 2017, sulle pagine del Corriere dello Sport compare uno scritto invero molto autorevole, la firma dice tutto: Francesco Volpe. Cassandra a confronto può impallidire. Leggi tutto….