22 marzo 2017

PILLOLE DI TRACOLLO: ZEBRE IN RIUNIONE, GEORGIA IN DISPERAZIONE

pillole

GEORGIA, CI FACCIAMO QUATTRO RISATE? A pensarci non ci si crede, la Georgia ha perso il Rugby Europe Championship 2017, ha vinto la Romania battendo proprio i caucasici nel turno finale con un 8 -7 striminzito ma decisivo. La competizione che, diciamo la verità, oggi dalle nostre parti è ignota ai più, si tiene durante la finestra del Sei Nazioni ed è organizzata dalla federazione europea, vi partecipano appunto la Georgia, Romania, Russia, Germania, Spagna e Belgio. E’ un po’ considerato il sei nazioni di serie B. Da tempo la Georgia è il protagonista di questo “campionato” e così, quest’anno, preparandosi all’immancabile trionfo europeo, da Tblisi avevano messo in piedi tutto quel can can di cui tanto si è parlato in questi mesi per chiedere di entrare nel Sei Nazioni, quello vero, di fatto sostituendosi all’Italia. L’immancabile però è venuto meno, la regina è stata spodestata, il trionfo è diventato un tronfio flop di bassa lega, le idee di grandezza vanno in pensione. Adesso però, noi italiani siamo tutti autorizzati a scompisciarci dalle risate, povera Georgia, chiediamo licenza ai “valori del rugby” e giù risate perchè quando ci vuole, ci vuole. Chissà se i georgiani hanno imparato qualcosa, magari anche che “Annus producit, non ager”: è l’annata che riempie il granaio non il campo.

ZEBRE: CHIUSO PER RIUNIONE Comunicato stampa delle Zebre Rugby.”Parma, 20 Marzo 2017 –L’assemblea dei soci di Zebre Rugby ssd srl, riunitasi in data odierna, ha deliberato l’aggiornamento a martedì prossimo 28 Marzo al fine di terminare gli argomenti posti all’ordine del giorno”. A leggerlo ricorda molto quello precedente:”Parma, 24 Febbraio 2017 – L’assemblea dei soci di Zebre Rugby ssd srl si è riunita in data odierna ed ha deliberato la sospensione della seduta. La prosecuzione dei lavori dell’assemblea è fissato per il 4 Marzo p.v. quando la stessa è stata riconvocata”. E’ chiaro che dal 4 marzo si era passati al 20 dello stesso mese ma c’erano anche delle puntate precedenti, molto simili a queste due ma chiediamo pietà e ci si ferma qui. Ma quante cose si devono dire questi qui,asserragliati in una interminabile riunione che contano la cassa che non c’è? Avevano chiesto un milione di euro per finire la stagione e, si è capito, da soli non lo hanno trovato. Forse tutti sappiamo chi ce l’ha, la domanda è: glielo darà? Al mondo si è visto di tutto, quelli che si chiudono in bagno, quelli che si chiudono fuori casa, quelli che si chiudono nella botte e si fanno rotolare, quelli che si chiudono in se stessi, alle Zebre si sono chiusi in riunione. Fra chi è avezzo alle riunioni aziendali c’è un detto denominato Legge di Hendrickson che dice:”Se un problema causa molte riunioni, alla lunga le riunioni diventeranno più importanti del problema“. Eccola là, la Zebra.

.

16 marzo 2017

BENETTON TREVISO E FIR: L’ACCORDO C’E’ E SI VEDE. ANCORA NIENTE FRANCHIGIE

benetton treviso

Se il Veneto è la regione più ovale d’Italia Treviso ne è la provincia, fino a qui, come si dice, non ci piove. Parlare di Pro12 e fermarsi ad una provincia però è una contraddizione in termini, affidarsi ad un campionato europeo coinvolgendo solo una sola città è incompresibile. Si parla, ovviamente, di Pro12 e di Treviso, intesa come città e come Benetton Rugby. Leggi tutto….

14 marzo 2017

FUSIONE STADE-RACING: IL RUGBY FRANCESE NON CE LA FA PIU’

top 14

Ma non erano loro i geni della lampada, quelli che tutto possono, tutto fanno e tutto sanno? I francesi, quelli che dicono come si dividono le coppe europee, quelli che dicono con chi e quando si deve giocare, quelli che più isolazionisti non si può  e che possono tutto, incluso mettere in crisi il rugby di mezzo mondo per le loro bizze?

Il primo cenno della settimana della loro crisi ovale si è visto all’Olimpico, una pessima Francia ha battuto una Nazionale italiana da pagliacci. Il secondo round è cosa del giorno dopo, è il grande segnale che il rugby francese non ce la fa più: i due club di Parigi, il Racing Metro 92, la squadra di Dan Carter per intenderci, e lo Stade Francaise, quella di Parisse, tanto per dirne uno, annunciano la loro fusione. Leggi tutto….

2 marzo 2017

ZEBRE: FRADICI DI POLITICA. LA SOLUZIONE E’ IN MANO AL CONI?

Il Palazzo del CONI a Roma
Il Palazzo del CONI a Roma

Le Zebre sono KO, non c’è una lira, sono in bolletta, non pagano stipendi da mesi, con la cassa non sanno se arrivano a fine stagione, persino il fatto sportivo, ovvero il vero motivo per cui si costituisce una Società sportiva, è passato in secondo piano.

La novità è che, di questo problema in moneta sonante chiamato Zebre, se ne interesserà la politica locale, quella di Parma, Sindaco & Co cercheranno di farci mettere una pezza. Vengono i brividi solo a pensarci.

Inutile dilungarsi sul fallimento sportivo e formativo delle Zebre, è sotto gli occhi di tutti. Si, anche quello formativo, se ne facciano una ragione i tanti illuminati tecnici accademici che girano su Parma, sede, proprio lì a fianco delle Zebre, della Accademia FIR. Leggi tutto….

24 febbraio 2017

ALLARGARE IL MONDO DEL RUGBY? ALLORA FACCIAMOLO DAVVERO

romanian-rugby-team

Il rugby sta crescendo nel mondo ma il mondo del rugby è piccolo. Ci sono poche manifestazioni e pochissimi campionati a livello mondiale in grado di sviluppare rugby di Alto Livello e così, quando una comunità nazionale ovale si mette in testa di crescere, fa domanda di entrare in uno di quei pochi.

In Georgia, Canada, USA, Romania sono tutti lì che compilano moduli di adesione per i campionati degli altri, tutto uno scribacchiare ed un politicare, mandano in giro la foto dei milioni di dollari o di euro che avrebbero sotto la scrivania pronti da spedire in cambio del timbro di adesione. Pare che i georgiani ci mettono pure la foto del miliardario di turno con la sua villa con piscina e le poltrone ricamate in oro fine. Leggi tutto….