24 aprile 2017

IL VUOTO DI RUGBY, I MEDIA E LE “NORMALI” RESPONSABILITA’

MEDIA

Quando arriva la stagione che pesa, quella dopo i gironi di qualificazione, quella che porta alle gran finali delle coppe europee, quelle del vero Alto Livello, inesorabilmente in Italia il rugby si fa più rarefatto. Il grande pubblico ovale italiano, quello dei grandi numeri, scompare dopo il Sei Nazioni ma soprattutto non viene più approcciato. Se la cosa ci dà modo di apprezzare ancora di più l’importanza del Torneo europeo per Nazioni, la sua funzione centrale nella promozione tricolore, ci riserva pure qualche altra riflessione. Leggi tutto….

31 marzo 2017

RUGBY E TV: SIAMO IN TEMPO PER UN MODELLO DIVERSO?

friday six nations

La polemica che in questi giorni sta attraversando il calcio italiano in qualche modo ci riguarda. E’ vero che fra gli “eroi” della pallatonda la polemica è uno strumento di lavoro che viene creato ad arte, come farebbero altrimenti a far parlare di se tutta la settimana a tutte le ore del giorno, ma il caso dell’anticipo della partenza della serie A al 12 agosto ha un suo risvolto molto interessante. Leggi tutto….

21 febbraio 2017

PAROLE IN STAMPA E DERIVA DEL NULLA, DAL SETTE NAZIONI AL “RESTIAMO CONCENTRATI”

BLA BLA

Entreremo in campo per vincere, sappiamo che loro faranno la stessa cosa, ci aspetta una partita difficile ma noi siamo pronti, l’allenatore ci ha detto cosa dobbiamo fare ed io spero di poter essere utile alla squadra.” Avete appena letto la dichiarazione alla stampa di un giocatore di calcio del Campionato Italiano che va generalmente sui media, sia carta stampata, web, televisione, Gazzetta o bollettino parrocchiale. In mezzo a dichiarazioni di questo tipo ci scivolano dentro strafalcioni grammaticali, leccatine tattico-buoniste, che oggi vanno tanto di moda, qualche scivolone di dubbio gusto. Eppure queste “interviste”sono tutte così, identiche che sembrano stampate a settembre e rilasciate piano piano, come le figurine degli albun di raccolta.

Ebbene, pare che noi del rugby si abbia la scapestrata ambizione di diventare così, vogliamo anche noi l’effetto comico di intingere la lingua nell’ovvio. Leggi tutto….

8 febbraio 2017

SEI NAZIONI, A ROMA STADIO SEMIVUOTO. CONTESTUALIZZIAMO?

olimpi-di-rugby-numero-2
Lo stadio Olimpico di Roma pronto per il rugby

Allo stadio per vedere Italia vs Galles c’era davvero poca gente, le cose vanno male, anni di insuccessi pesano, poi molti altri motivi, forse questi più importanti che non le sconfitte azzurre, ad esempio le franchigie che non fanno audience, il massimo campionato nazionale che è sotto terra, tutti segmenti del nostro rugby che dovrebbero fare da “lancio” ai nostri Azzurri ed invece sono KO.

La stanchezza del pubblico ovale ha tante origini ed è nota da tempo, ma è anche un pubblico di fedelissimi, tornerà prestissimo. Intanto è lì incollato alla TV, 860.000 persone su DMAX per la Nazionale maggiore e circa 56.000 su The Rugby Channel che si sono visti lo streaming della nostra Under20. Torneranno tutti anche allo stadio, basta dargli un “la”, ma saremo capaci di darglierlo? Leggi tutto….