27 aprile 2017

ARISTIDE BARRAUD SI RITIRA MA IL SUO ESEMPIO RIMANE SUL CAMPO

Campionato Eccellenza di rugby, 2016/2017, Stadio Quaggia di Mogliano Veneto, 04/03/2017, Mogliano Rugby Vs Patarò Calvisano, Photo Alfio Guarise
ARISTIDE BARRAUD  04/03/2017, Mogliano Rugby Vs Patarò Calvisano, Photo Alfio Guarise

Questa mattina, verso mezzogiorno, era previsto che qui uscisse un pezzo simpatico, leggero, una cosa che ci aiutasse a passare la giornata. Poi il Rugby Mogliano ha pubblicato non solo la notizia del ritiro di Aristide Barraud, il mediano di apertura del Mogliano gravemente ferito durante gli attentati del 13 novembre del 2015 a Parigi,  ma un pezzo di commento e soprattutto la sua lettera di saluto. Aristide ci ha dato ancora una volta l’esempio, lo aveva fatto in campo, lo ha fatto durante la sua riabilitazione, lo fa ora con il suo addio al rugby giocato. Prima di tutto si vuole da qui rivolgere al Rugby Mogliano un immenso grazie per aver vissuto fino in fonda questa storia, per averla supportata in ogni momento, per aver dato concretezza ai tanto decantati valori del rugby. Per salutare Aristide oggi “Il Nero il Rugby” pubblica, qui di seguito, il comunicato del Rugby Mogliano e la lettera di saluto di Aristide Barraud, perchè oggi è questa l’unica cosa che conta davvero.  Leggi tutto….

15 marzo 2017

QUELL’INDIFFERENZA VERSO GLI AZZURRI DI UN RUGBY CHE SANGUINA TRISTEZZA

RBS 6 Nazioni 2017, Roma, Stadio Olimpico, 11/03/2017, Italia v Francia. Sergio Parisse consola Michele Campagnaro. Foto: Roberto Bregani/Fotosportit
6 Nazioni 2017,  Italia v Francia. Sergio Parisse consola Michele Campagnaro. Foto: Roberto Bregani/Fotosportit

La partita con la Francia è finita, lo stadio Olimpico è mezzo vuoto, quando l’arbitro ha dato il fischio finale poco si è sentito, c’è stata la meta italiana e poi tutto si è sciolto.

E’ l’ultima partita in casa, fra le mura amiche, di questo Sei Nazioni e, celebrato il rito scontato del Trofeo Garibaldi assegnato ai transalpini, gli Azzurri si raccolgono in gruppo per un giro di campo, per salutare, invece questo tentativo di buon commiato diventa il momento più desolante, più vero e forse più significativo di tutto questo nostro Torneo. Leggi tutto….

30 dicembre 2016

IL GRANDE SKILL: LA LEZIONE CHE I GIOVANI DEVONO IMPARARE

Sergio Parisse, il Capitano.
Sergio Parisse, il Capitano.

Lo sprint finale di questo 2016 de “Il Nero Il Rugby” è stato dedicato ai giovani, del resto lo sport è dedicato a loro, è la loro formazione e la loro crescita che conta, a questo serve lo sport anche se capita spesso di dimenticarsene. Sono i giovani, poi, che fanno grande lo sport, anche il nostro sport.

Allora in queste ultime giornate prima dei “botti” si è messo il naso nelle “nostre cose” guardando alla componente più agognata e contesa, quella degli “ancora più giovani” o, come si dice che fa più figo, i “prospect“. Leggi tutto….

6 ottobre 2016

BARBARIANS : PIU’ FORTI DEL TEMPO

A view of the Barbarians players' club socks. Killik Cup International match between England and the Barbarians on May 26, 2013 at Twickenham Stadium in London, England. Photo by: Patrick Khachfe / Onside Images

Giocheranno in Repubblica Ceca contro la locale Nazionale di rugby il giorno 8 novembre, portatori di una tradizione lunghissima e quel giorno a Praga faranno la storia del rugby in quel paese, parliamo dei Barbarians. 

Tre giorni prima saranno a Wembley, la sfida è lanciata con il Sudafrica, tre giorni dopo la capitale Ceca a Belfast, contro Fiji. Questi “barbari” sono ancora in giro, ma chi sono davvero? Da dove viene questo mito della nostra tradizione ovale? Una rispolveratina alla storia dei Barbarians non può essere che un toccasana. Leggi tutto….

14 giugno 2016

CONTRO IL RUGBY USA E GETTA. O’SHEA CI VEDIAMO AL SEI NAZIONI

Conor_OShea
Conor O’Shea nuovo Coach della Nazionale in divisa Harlequins

La Nazionale di O’Shea ha giocato e perso di pochi punti con l’Argentina, quella di Orlandi, la Nazionale Emergenti, ha raccolto due ottime prestazioni, una vittoria ed una sconfitta. Non è però una questione di punti e punteggi.

Colpisce come la stampa ovale si prodighi negli atteggiamenti calcistici scrivendo, ad esempio, dopo la sconfitta del XV maggiore con i sudamericani, cose tipo “non è ancora la Nazionale di O’Shea“. Giornalisti di indubbia capacità ovale si sono messi ad analizzare puntualmente la Nazionale del nuovo Coach vista nella singola partita e sono arrivati a conclusioni tecniche e generali puntualissime, vision per il futuro, quasi pronostici. E’ solo la  prima partita! Dicesi la prima partita in assoluto, il primo raduno, la prima volta da sempre. Leggi tutto….