4 aprile 2017

VENTER, O’SHEA: NON TIRATECI DA SCEMI CHE SAPPIAMO CONTARE

VENTER O'SHEA

Brendan Venter è il tecnico della difesa della nostra Nazionale, è nello staff di Conor O’Shea, ma da questi giorni lo è anche del Sudafrica, lo ha annunciato in pompa magna la SARU e se qualcuno ha voglia di fare i salti di gioia della serie “questo è quello bravo” allora si metta in fila con gli estimatori del mago della “no-ruck”, perchè questa è l’altra fila. Leggi tutto….

15 marzo 2017

QUELL’INDIFFERENZA VERSO GLI AZZURRI DI UN RUGBY CHE SANGUINA TRISTEZZA

RBS 6 Nazioni 2017, Roma, Stadio Olimpico, 11/03/2017, Italia v Francia. Sergio Parisse consola Michele Campagnaro. Foto: Roberto Bregani/Fotosportit
6 Nazioni 2017,  Italia v Francia. Sergio Parisse consola Michele Campagnaro. Foto: Roberto Bregani/Fotosportit

La partita con la Francia è finita, lo stadio Olimpico è mezzo vuoto, quando l’arbitro ha dato il fischio finale poco si è sentito, c’è stata la meta italiana e poi tutto si è sciolto.

E’ l’ultima partita in casa, fra le mura amiche, di questo Sei Nazioni e, celebrato il rito scontato del Trofeo Garibaldi assegnato ai transalpini, gli Azzurri si raccolgono in gruppo per un giro di campo, per salutare, invece questo tentativo di buon commiato diventa il momento più desolante, più vero e forse più significativo di tutto questo nostro Torneo. Leggi tutto….

10 marzo 2017

ITALIA: NON SI CORRE SULLA GEORGIA MA SUL SUDAFRICA

nazionale-italiana-di-rugby1

Lo scalpore è servito, Rugby Europe ha preparato la letterina e dentro c’è proprio tutto: punto, punto e virgola e pure i due punti. Il Presidente della associazioni delle federazioni europee, il rumeno Octavian Morariu, ha dato pubblicità della cosa, la lettera per il Board del Sei Nazioni è quindi pronta e lì si chiede di mettere in piedi un modo per dare accesso al massimo torneo europeo per Nazioni a “qualcun altro” oltre ai soliti . Leggi tutto….

27 febbraio 2017

TWICKENHAM COME BUCCARI E POI C’E’ LA SCOZIA

RBS Sei Nazioni 2017, Londra, Twickenham 26/02/2017, Inghilterra v Italia, Sergio Parisse carica con Gori in sostegno.
Parisse, questa volta non è stato eroe solitario

“Complimenti all’Italia, hanno eseguito perfettamente tutto. Ma questo non è rugby, se questo è rugby io smetto di allenare”. Ha detto questo, con tanta spocchia, quella si molto “english”, ed anche di peggio contro l’Italia Mr Eddie Jones alla fine della partita contro gli azzurri . Tutta “colpa” di quella mossa fine ed intelligente architettata da O’Shea e dal suo staff di non contestare la ruck agli inglesi uccidendo la linea del fuori gioco. La cosa ha mandato in confusione gli inglesi, certo ha massacrato l’idea di rugby a cui siamo abituati ma ha anche rivelato al mondo che ci sono tanti modi di “annichilire” gli avversari e l’Italia in questo è capace di cose “da grandi”. Leggi tutto….

13 febbraio 2017

L’ITALIA NON ESISTE E O’SHEA E’ PRONTO PER IL CAMBIAMENTO

RBS Sei Nazioni 2017, Round 2, Roma, stadio Olimpico 11/02/2017, Italia v Irlanda, la conferenza stampa di Conor O’Shea e Sergio Parisse.
Dopo Italia v Irlanda, la conferenza stampa di Conor O’Shea e Sergio Parisse.

L’unica parte che veramente conta del secondo round italiano in questo Sei Nazioni è quello che è accaduto intorno, fuori, dopo, da altri parti.

Di quello che è accaduto allo stadio meglio stendere il solito velo ormai consunto che si è posato su moltissime prestazioni dell’Italrugby di questi ultimi anni. In campo l’Italia non è esistita, mai, loro erano più forti, è vero e si sapeva, ma essere più forti di così poco è fin troppo facile. Il risultato 63 – 10 che abbiamo subito è un record negativo, uno dei tanti che abbiamo collezionato, questa volta ci siamo portati a casa la peggior sconfitta interna di sempre del Torneo. Urca! Leggi tutto….