Siamo alla fine della stagione, importante perchè porta alla Coppa del Mondo, una fine diversa, come si sa, fra gli spazi europei, professionisti e non si contendono titoli e mezze-verità, tutti fanno i conti con i risultati, quelli di ieri, che oggi pesano di più.

La farsa tricolore del Continental Shield ha assegnato il nulla lo scorso fine settimana; Calvisano ha vinto € 40.000 e niente di più, da tutte le parti hanno usato termini come “coppa”, “titolo”, “sfida”, per dare un senso a quel successo giallonero ma sono bischerate. Continental Shiedl doveva assegnare la Challenge Cup ma non è vero. Vanno bene anche € 40.000. Minority report. 

La Benetton si gioca invece davvero i quarti di finale di Pro14 nel derby con le Zebre e questa è tutta un’altra musica.

Nel buio mediatico italiano dei canali streaming molti in Italia sono rimasti convinti che la Coppa dei Campioni sia solo una cosa da Ajax invece sono Leinster e Saracens che si giocheranno quella del rugby il giorno 11 maggio dopo aver vinto largo con Toulose e Munster.

Il campionato francese del Top14 avrà la finale a metà giugno, straripanti ed esagerati i transalpini, forse la loro crisi è dovuta anche a a questo. L’allenatore della loro Nazionale, Jacques Brunel, potrà contare sui giocatori per i Mondiali solo dopo quella finale di club accorciando di molto i tempi di analisi e preparazione. Tutto questo è stato oggetto di trattativa fra Lega dei Club e Federazione francesi. Potete sorridere pensando a casa nostra. (ve lo vedete Alfredo Gavazzi parlarsi allo specchio?).

La finale della Premiership inglese è il primo di Giugno. Gli inglesi stanno già brindando da tempo, hanno preso una montagna di milioni, più di 200 in sterline sonanti, per una quota di minoranza del loro campionato dal Fondo CVC. Sul campo le cose vanno diversamente dal previsto in cima alla classifica Exeter, Harlequins solo quarti, i Saracens ben dietro ai primi. In fondo alla classifica quelli abituati all”ascensore.

Anche in Italia chiudiamo il Top12, ultima giornata regolare, la sfida è solo per non retrocedere, a distanza fra Lazio e Verona. Poi play off e finale per il titolo. Per quelli in testa alla classifica una cosa si nota: l’importanza dei punti di bonus. Ci sono esempi di assegnazione del bonus decisamente diversi ed interessanti nel mondo (nel sud si intende), il campionato italiano potrebbe fare un esperimento in questo senso? Non abbiamo nulla da perdere e potrebbe aiutare lo sviluppo del gioco. Chiederemo alla Lega dei Club italiana. A crepapelle.

Il rush finale è interessante, anche l’Italia, quella che va in campo è migliore, farà la sua parte quindi: buon rugby.