Proprio ieri le Zebre hanno annunciato l’arrivo dell’ennesimo loro straniero, questa volta un argentino, si chiama Marco Ciccioli ha 23 anni e viene dal Club Atlético de San Isidro di Buenos Aires ed è un pilone. Giocherà fin dal prossimo incontro perchè con l’infortunio di Bello, che segue quello di Zilocchi e Chistolini, alle Zebre hanno finito i piloni.

Considerato che le Zebre sono un Club di esclusiva proprietà della Federazione Italiana Rugby, pagato integralmente dalla Federazione Italiana Rugby e seguito da tecnici della Federazione, collegato ad una Accademia della Federazione che sta a Calvisano, il fatto che arrivi un pilone argentino, peraltro non eleggibile con la nostra Nazionale perchè ha già giocato con Argentina XV, ci ravvisa or dunque due potenziali fatti inconfutabili.

Il primo è che sono finiti i piloni. Non solo alle Zebre, in tutta Italia. Possibile che la FIR fra Accademia, Nazionale Under20, Nazionale Emergenti, non possa aver trovato un pilone italiano da far crescere fosse anche solo per 2 mesi e 4 partite? Le Zebre sono ultime in classifica  e non c’è retrocessione, si insomma non si lotta per il titolo e neanche per la salvezza, magari una prova da uno dei nostri ci stava.

La seconda ipotesi. Oppure i piloni da noi non sono finiti e questa è una subdola, arguta, maliziosa, manovra della Federazione argentina che ci ha infilato fra le nostre fila biancherosseverdi, per l’occasione zebrate, in formazione gratuita un pilone dei suoi che si faccia bene le ossa  in Pro14? Urca che manovra! No, forse no. Non è così.

Allora sono proprio finiti i piloni! Rovistate negli sgabuzzini, rovesciate le cassettiere, controllate fra la posta, verificate sotto il letto, cercate nell’armadio e se ne trovate uno lì per favore chiamate la FIR prima dell’Avvocato, insomma  trovatene almeno uno, che altrimenti ci sono davvero finiti  i piloni !

Possibile, con anni ed anni di accademie trascorse, 8 anni di Pro14 alle spalle, Nazionali giovanili già citate, eccetera eccetera, pur togliendo dal conteggio, come vogliono/dicono los federales, quelli dei campionati italiani che non siano stati accademici perchè quelli, dicono loro, non sono pronti, insomma possibile ci siamo finiti i piloni?

Allora facciamo i conti! Contiamoli tutti, ma proprio tutti quelli che sono “buoni”. Allora… amba raba cicci… riporto 4 avanzo 1 , coccò, infortunati altri 3,  togli, metti,. avanza scarta, sposta, ….urca!  Meno di trenta, in tutta Italia, stranieri resi eleggibili compresi ne abbiamo una trentina. Meno di trenta piloni ma alcuni di questi evidentemente non vanno ancora bene per le Zebre. Quindi quelli “buoni” sono ancora meno.

Wow!

Aiuto ! Aiuto !  Mi si  sono ristretti i piloni ! Anzi forse mi si è ristretto tutto il rugby !

Leave a Reply

  • (not be published)