Fatevi un nodo al fazzoletto che vi trovate qui sotto, così, di getto, tre notizie che hanno fatto il giro del mondo. Il tentativo è quello di rubare un sorriso mentre colleghiamo questo mondo al nostro stivale. Pronti? Via.

SEVEN Se sapete contare fino a sette cambiate paese, il nostro progetto italico del Seven è l’unico nella fascia 1 europea che non è mai veramente partito. A questo link prendetevi l’indirizzo di Vancouver (cliccate qui sopra orsù) dove si svolge il prossimo fine settimana la sesta tappa delle Series del Rugby Seven mondiale, quello olimpionico per intenderci. In Canada sono arrivate le Nazionali Seven di Inghilterra, Scozia, Argentina, Giappone, Australia, Spagna, Nuova Zelanda, Francia, Fiji, Kenya, Samoa, Canada, Sudafrica, Cile, USA e Galles. Fatevi un segno ed una pensata sui paesi partecipanti.

In Italia l’ultimo proclama dei nostri massimi dirigenti sul Seven circa un anno fa diceva che si stava progettando la Accademia Seven di Roma presso le Fiamme Oro. Boom.

IL MONDIALE DEI MONDIALI Tutti stanno seguendo la questione del nuovo campionato per Nazioni che la World Rugby ha proposto al mondo (clicca qui per vedere l’intrigante video che spiega la proposta). Una operazione squistamente economica che ha parecchi contrari (ma proprio tanti) per tanti motivi (tantissimi e variegati). Sul tema si segnala l’articolo di Gian Luca Barca dalla pagine di All Rugby (clicca qui) con un titolo che è tutto un programma “Le mani sul tesoro del Sei Nazioni“.

Le varie Federazioni mondiali stanno facendo la propria battaglia sull’argomento e la domanda, come si dice, sorge spontanea:” Che cosa ne pensa la Federazione italiana?

L’unica presa di posizione della FIR ad altissimo livello su questo argomento dice che l’Italia è contraria al progetto di World Rugby. La stampa inglese riporta in questi giorni le dichiarazione di Conor O’Shea Head Coach della nostra Nazionale che invece è favorevole. Evidentemente lui fa repubblica a se ma comunque a tutti i nostri dirigenti un bel “congrats“: l’unione fa la forza !

L’ALTRO MONDO CI FA UN PIACERE Da queste parti ci si è persi la segnalazione FIR, se c’è stata, dell’avanzamento dell’Italia dal posto n° 15 al n° 14 del Ranking mondiale del rugby. Siamo andati avanti! Evviva! Alcuni di voi diranno: ma come è possibile se abbiamo preso tre bastonate nel Sei Nazioni? Allora quale fra le armi segrete di O’Shea ha così ben segretamente funzionato? Il fitness? La qualità, la profondità, la continuità….. il pinzallacchero rosa? Insomma quale? E’ stato l’Uruguay! Una settimana fa a Seattle i sudamericani hanno battuto gli Stati Uniti nel Campionato delle Americhe e si sono presi una pacca di punti a discapito delle “aquile” che sono retrocesse anche a nostro favore oltre che di Tonga.

Fitness, qualità, continuità, profondità? Ma mi faccia un piacere!  Fatto???? Grazie Uruguay.