Luglio ed Agosto, mesi di grandi rivoluzioni. Altro che ombrellone, c’è invece gran confusione.

CHE CONFUSIONE (COME FINISCE LA CANZONE?) Questione di ore e da Rovigo sapremo quale è il loro primo allenatore per la prossima stagione.

La storia è degna del libro di Michael Ende con i due allenatori, McDonnel e Casellato che dovevano essere “alla pari” poi il primo che dice che il Capo e lui, l’altro che esce dalla panca e si accomoda in ultima fila come Direttore Sportivo della Società. Quindi il patron Zambelli che dice che il neozelandese è come Pizarro o Cortes, insomma un Conquistadores.

Gli oppositori di Zambelli, Paolo Reale in testa, dicono che invece è tutta una questione di un debito con una Società pubblica rodigina e così sembra che una certa dimestichezza con i Conquistadores ce l’abbiano.. Questi parlano insomma di una cosa che non va in campo, non vince scudetti ma, evidentemente, a qualcuno piace. Beati loro.

Una confusione pazzesca che mette una delle Società più quotate del TOP12 (urca che nome, a scriverlo la vanità cresce di 10 cm) in una delle piazze più ovali d’Italia nella condizione di occuparsi in pianta stabile e permanente di baruffe e bilanci, robe da Azzeccagarbugli. Se di fronte a tutta questa “confusione” uno avrà pur il diritto di averci ragione e lo sapremo presto (forse), tutti però devono mettersi una mano sul cuore perchè nessuno è incolpevole di cotanta baraonda, caos, disordine.

Forza e coraggio, qualcuno ha scritto che la confusione è solo una parola inventata per indicare un ordine che non si capisce.

CONSIGLIO FEDERALE FIR Se si dovessero ascoltare le Cassandre il prossimo Consiglio federale convocato dalla Federazione per il 2 agosto dovrebbe occuparsi di almeno 76 argomenti. Tutte le componenti del rugby, non ultima la forse-Lega dei club di Eccellenza-Top12, vantano una citazione nel prossimo Consiglio Federale. Tutti vogliono qualcosa e magari non hanno chiesto niente ad Ascione.

Pensate un po’, qualcuno dice persino che il prossimo Consiglio federale potrebbe occuparsi del Bilancio della FIR !  Pazzesco.

Insomma il prossimo Consiglio Federale lascia con il fiato sospeso mezzo mondo del rugby italiano (l’altro mezzo è quello che si occupa davvero di rugby?) che c’è una confusione incredibile a livello di attese e di decisioni imminenti.

Recepito il subbuglio si è andati a verificare l’ordine del giorno comunicato dalla FIR per cotanto subbuglio (ops, Consiglio Federale) e questo recita: 1 Comunicazioni del Presidente Federale 2 Segreteria Federale 3 Affari Amministrativi 4 Settore Tecnico 5 Varie ed eventuali. Criptico come la lista della spesa di una moglie arrabbiata tosta con il marito che le ha raccontato che “Irina” è il nome del nuovo pilone samoano arrivato al club e non della nuova segretaria in ufficio.

Anche questa è confusione anche se travestita da quiete e ricorda quella frase di Woody Allen:” Il leone e il vitello giaceranno insieme. Ma il vitello dormirà ben poco“.

MOGLIANO: UN ESEMPIO Saremo brevi che le parole le hanno rubate quasi tutte dalla cittadina del trevigiano. Lette infatti le ultime interviste sul web si ha la netta sensazione che il Club biancoblù abbia fatto centro in fatto di ordine, ovvero il contrario della confusione. Con un colpo solo infatti il club di Mogliano sembra abbia assunto fra le sue fila: Head Coach e Coach, Assistent Coach e Direttore Sportivo, Direttore Generale, responsabile per i rapporti con la FIR, responsabile accademie, consigliere federale a chiamata, gestore dei rapporti in forse-Lega di Club, acclamatore ufficiale di presidenza, responsabile rapporti con il Nord e Sud del mondo… E tutto in uno solo. Highlander.

.

Forza rugby e sorrideteci su che è solo un gioco.