Oggi no, oggi questo spazio web si ferma perchè Giorgio non è più fra noi ed ogni pensiero, ogni ricordo, ogni preghiera è insieme a lui. Giorgio Sbrocco è una persona indimenticabile, una burbera ed ironica dolcezza che ha toccato la mia vita …. e basta così che il resto è tutto nel Cuore. Un grande abbraccio alla sua famiglia.

Giorgio, ecco quello che aveva scritto di se, con il suo stile assolutamente originale, nella descrizione finale degli autori del libro realizzato con altri suoi colleghi per il 70° anniversario del suo Petrarca Rugby:

Trevigiano, due figli baskettari convinti, un diploma ISEF che gli ha fruttato un posto fisso da statale (che ancora mantiene grazie alla signora Fornero) e quantità industriali di tempo libero, impiegato facendo (solo) cose di suo gradimento, Ha giocato, allenato, diretto il settore giovanile del Petrarca, collaborato con la FIR e curato un buon numero di corsi per allenatori. Giornalista, scrittore, collabora con alcune testate nazionali e con siti specializzati ed è l’autore della saga di Sergio Penuria, il rugbista-questurino che, fra una salamella e un placcaggio come si deve, prova persino a risolvere casi di cronaca nera.”

Ciao Giorgio 

Si alzò, ripose la chitarra nel fodero e, zoppicando vistosamente, guadagnò l’uscita. Dopo aver abbracciato il pilone che un paio di ore prima gli aveva giocato contro e che, in più di una occasione, lo aveva incartato come i vecchi salumieri di periferia confezionano ancora l’etto e mezzo di Bologna tagliata sottile.” (Jonny placca – La prima Indagine di Sergio Penuria rugbista- Giorgio Sbrocco – Piazza Editore 2015)

One Comment to: CIAO GIORGIO

  1. Gino

    aprile 3rd, 2018

    Concordo