tasse fir

Galeotto fu il Consiglio Federale che decise, con delibera del 9 giugno 2017, di introdurre una nuova tassa sul tesseramento, una mossa che nessuno aveva annunciato in occasione della Assemblea Federale che elesse il Presidente circa un anno fa ma che oggi è ben viva come si legge sulla Circolare Informativa alle Società per la stagione 2017/2018.

Una tassa nuova per tutte le Società del nostro rugby, grandi e piccole, in vista o non in vista, di gran tradizione o di recente fondazione, partigiane di A oppure di B. Il Bilancio Federale del resto fa acqua, qualcuno ci deve mettere una pezza ed allora ci si ricorda dei club.

Recita infatti al Capitolo Tesseramento la circolare di cui sopra:” Si ricorda che le tasse di tesseramento che gli affiliati dovranno versare per la corrente stagione sportiva sono stabilite come segue: per i tesserati delle categorie da Under 16 a Seniores (incluse) € 5,00 per ciascun tesserato (giocatore, dirigente, personale di società)…. per i tesserati delle categorie U14 e Propaganda € 2,50 per ciascun tesserato giocatore“.

Le novità in soldoni mica finiscono lì, c’è poi pure da pagare l’anticipo“.…Tutti soggetti affiliati sono tenuti a versare, all’atto dell’affiliazione/ri-affiliazione, un anticipo della quota dovuta in misura pari a:  € 500,00 (Eccellenza),  € 300,00 (Serie A), € 200,00 (Serie B), € 150,00 (Serie C), € 50,00 (Propaganda e Giovanili). Si precisa che tale anticipo è dovuto esclusivamente in riferimento al campionato cui la società è iscritta con la sua prima squadra“.

Trovata finalmente una attività federale in cui i club diventano protagonisti: il pagamento della nuova tassa.

Non basta, la Circolare ci mostra una FIR che gratta sul fondo del barile quando scrive:” Le eventuali modifiche delle anagrafiche o variazioni del tipo di tesseramento richieste dalle società, sono soggette al versamento di un diritto di segreteria pari a € 5,00 (cinque/00) per singola richiesta”. Certi servizi di altissimo livello ora si pagano. Eh bhè !

Va sottolineato che, gli anticipi di cui sopra, la FIR vuole le vengano versati all’atto della affiliazione, un anticipo di cassa oltre che di tassa. Quando succede così di solito si chiama “crisi finanziaria”, profonda. Del resto il piatto piange, la cattiva gestione di Bilancio ora si palesa nel suo risvolto peggiore: nuove tasse.

In verità 5 euro per ogni giocatore dalla Under16 in su erano dovuti anche in passato ed erano espressamente destinati al “Fondo di Solidarietà Grandi Infortuni“, dicitura invece quest’anno scomparsa dalle disposizioni economiche per il tesseramento FIR.

Sono invece comparse le tasse per far giocare i bambini, della Under6 in su fino ai ragazzini della Under14; la cosa va a toccare le Società che fanno il reclutamento di base, che fanno a gara per coinvolgere bimbi nel rugby, con genitori che spendono di tasca propria cifre discrete per far divertire e crescere questi nuovi omini ovali e tecnici che, da volontario dello sport, ne curano la passione ed i loro primi approcci con gli skill.

Per queste Società, per il rugby di base insomma,  oltre al danno c’è pure la beffa perchè la circolare dice che:” Il Consiglio Federale ha deciso di destinare gli introiti della tassa di tesseramento delle categorie U14 e Propaganda alle contribuzioni destinate al Rugby di Base“. Come sarebbe a dire? Prima vi prendete i soldi dal rugby di base e poi dite che vanno al rugby di base? Suvvia dirigenti federali, così ci fate girare la testa e dimostrate anche di essere dei furbacchioni, da poco.

Cosa faranno le Società di fronte a questa nuova tassazione nascosta nella calura estiva, di fronte a questa sottrazione dalla proprie tasche, già spoglie, di un contributo che non solo è davvero antipatico ma non ha veramente senso? Chiederanno conto alla FIR con forza e determinazione? Respingeranno questo primo assalto alle loro risorse altrimenti poi rischiando ne arrivino molti altri? Oppure resteranno ferme un po’ attonite ed un po’ consenzienti?

Oppure brinderanno con lo champagne e metteranno la foto sui Social?

.

4 Comments to: IL PIATTO PIANGE, PAGHINO I CLUB: LA FIR METTE LA TASSA SUL TESSERAMENTO

  1. Alessiosannita

    luglio 17th, 2017

    Solo una parola: ridicolo!

  2. Paolo

    luglio 17th, 2017

    Ormai ad ogni livello solo furbi ed incapaci. Viva l’Italia, ma questa è italia.

  3. Marco Zingari

    luglio 18th, 2017

    Speriamo che WORLDRUGBY ci cacci fuori da qualunque competizione al più presto…..semplicemente ridicoli in un sistema mafioso

  4. Marco Zingari

    luglio 18th, 2017

    Che faciliterà (guarda caso) chi :

    Non ha giovanili
    Prende i giocatori dalle accademie e ci lucra su di essi con le plusvalenze previe premi di formazione

    Indovinate quale club senza giovanili ci guadagna e quale ex dirigente della stessa fa pagare a tutti queste tasse?….