edinburgo finali

Il prossimo fine settimana è quello giusto, l’Europa del rugby va in finale, il giorno 12 e 13 maggio si chiudono, nella splendida cornice del BT Murrayfield Stadium di Edinburgo, le coppe europee ed i verdetti saranno di sicuro effetto.

Sono finale perfette, lasciate che si dica, con un pizzico di malizia, che sono le finali che il rugby europeo di vertice, quello dei soldi e dei grandi nomi, ha sempre sognato. Forse sono queste le finali che interpretano il motivo stesso per cui nel 2014, dopo anni di sbuffi e contro-sbuffi, francesi ed inglesi diedero vita, dopo qualche compromesso fra loro e con le altre Leghe e Federazioni europee, ad EPCR, l’attuale organismo di governo di queste bellissime competizioni.

Finali perfette si diceva, in Challenge Cup una inglese ed una francese, Gloucester Rugby vs Stade Francaise Paris, in Champions Cup una francese ed una inglese, ASM Clermont Auvergne Vs Saracens.

Del resto il rugby è quello lì e non pensiate che negli anni precedenti alla nascita di EPCR sia stato molto diverso, certo è che non si vede più una irlandese in finale di Champions Cup, la coppa più prestigiosa, quella che fa davvero gola anche agli “investitori”, dal 2012. In quella occasione però di irlandesi in finale ce ne furono due, vinse Leinster contro Ulster e la favola verde fini lì.

Dal 2001 ad oggi in Champions Cup, nelle 16 finali viste, dei 32 posti disponibili, 9 volte sono stati occupati da team inglesi, 7 da irlandesi e 16 da francesi, ma è anche vero che ad alzare la coppa sono stati 5 volte gli inglesi, 5 volte gli irlandesi e 6 volte i francesi.

Consoliamoci, è magra come consolazione ma è giusto dirlo, mai un posto fu di scozzesi e gallesi.

Il giorno 13 maggio alle ore 12 locali, sempre nella cornice dello stadio scozzese,  farà capolino anche la Coppa Gavazzi, ovvero quella competizione così fortemente voluta ed organizzata da noi italiani per dare spazio ai nostri club in Europa attraverso sfide di qualificazione alla Challenge Cup. Oggi questa “coppa”, goliardicamente chiamata così in Italia dal nome di colui che si vantò dell’idea, è stata ribattezzata da EPCR Continental Shield e metterà di fronte, nello stadio di Edinburgo, come si diceva poco sopra, come finaliste e pretendenti alla prossima edizione della Challenge, due squadre russe Enisei-STM vs Krasny Yar. Un successo. Per i russi. 

L’Europa insomma assume quest’anno un colore ancora più particolare, Francia, Inghilterra e poi la Russia. Punto.

.

2 Comments to: IL RUGBY EUROPEO VA VERSO LE FINALI: INGLESI VS FRANCESI E POI….

  1. VOX

    maggio 11th, 2017

    abbiamo…(HA) inventato la sua coppa su misura per riqualificarci un pò a livello internazionale, guadagnare un piccolo spazio nella vetrina della visibilità, e poi la finale se la disputano due squadre russe, siamo alla frutta…coppa rinominata “GAVAZZISKY”..

  2. mah

    maggio 12th, 2017

    Veramente, è stata fatta per incamerarsi 400.00 cocuzze ….il resto sono opinioni