22 dicembre 2016

ECCELLENZA E GPS, FRATI:” SPERIAMO SI RICORDINO LA STRADA”

frati
Filippo Frati

Il preview della prossima giornata di Eccellenza (si gioca venerdi 23 dicembre alle 15, solo a Rovigo si gioca alle 19) si apre con l’ironia pungente ma anche godibilissima di Filippo Frati, Coach del Viadana, che ci dice:” Dopo l’ennesima sosta torniamo a giocare e finalmente dopo quasi due mesi lo facciamo di fronte al nostro pubblico, che speriamo si ricordi ancora dov’è lo stadio!“.

Molti degli Head Coach di Eccellenza, ultimamente, nelle loro dichiarazioni stampa, si lamentano di questo campionato spezzettato, questo campionato a singhiozzo, ci raccontano della difficoltà a mantenere in efficienza un team che gioca la propria massima sfida anche una sola volta al mese, la difficoltà a tenere la concentrazione, a tenere la tensione tipica della competizione, la condizione atletica, gli stimoli e la comune vision di gruppo. Poi ci sono anche la fidelizzazione del proprio pubblico e la programmazione sociale del proprio club.

Con un calendario come quello attuale per la nostra Eccellenza tutto è maledettamente difficile.

Filippo Frati però non si ferma alla semplice battuta, fa un passo avanti e ci dice:” Scherzi a parte, in tre mesi abbiamo giocato solamente 5 partite di campionato, domani sarà la sesta, è evidente che qualcosa nella programmazione della stagione va rivista e corretta, 10 squadre sono poche, portare questo numero a 12/14 consentirebbe di giocare praticamente ogni week end, con innumerevoli risvolti positivi sull’intero movimento, dalla fidelizzazione del pubblico al maggiore numero di minutaggio dei giocatori. Giocare è il modo migliore per crescere.”

Filippo Frati espresse lo stesso concetto proprio su questo spazio web giusto un anno fa, a quel tempo disse anche:”…Ovviamente ci potranno essere partite con scarti importanti, ma in quali campionati non ci sono? In Premiership l’anno scorso i London Welsh sono retrocessi senza vincere nemmeno una partita, subendo a volte passivi imbarazzanti. In Pro12 conosciamo meglio di chiunque altro quali sono, da un po’ di anni, le ultime 2 squadre classificate; solo la Francia ha un campionato veramente competitivo in cui l’ultima può vincere con la prima.

Portare il massimo campionato a 12 squadre: questa è la proposta del Coach del Viadana. La cosa è da discutere ma Filippo Frati dimostra in effetti un tempismo perfetto, è il momento giusto per raccontare il proprio punto di vista sul massimo campionato italiano. C’è una corsa appena aperta verso la costituzione di una Lega dei Club di Eccellenza (e non solo):  esporre idee, elaborare proposte, se non ora quando?

Insomma, ritrovare la via dello stadio del rugby del Campionato di Eccellenza è una vera e propria sfida, ardua, ma comunque sia azionate il vostro GPS, venerdi pomeriggio si riparte. 

.