Andrea Cavinato

Dopo il match di Qualifying Competition fra il Petrarca ed il Mogliano il coach dei padovani Andrea Cavinato ha parlato in conferenza stampa delle convocazioni della Nazionale Emergenti, ne ha parlato in termini molto forti, ne è uscita una condanna senza sconti alla struttura federale ed al tecnico FIR, l’innominato Carlo Orlandi.

Cavinato è ben noto per le sue sfuriate, lo sappiamo tutti bene, prenderle però come l’urlo del solito “arrabbiato” sarebbe sbagliato, perchè il Coach trevigiano, quando decide di fare baccano, ha sempre un fondo di verità su cui poggiarsi e, questa volta, è pure ampio.

Il tema è la convocazione dei giocatori della Nazionale Emergenti proprio in questa settimana, così ha detto Cavinato:” Non mi va bene che il raduno degli Emergenti sia fissato prima di un match della importanza di Petrarca Vs Rovigo, lo trovo una mancanza di rispetto nei confronti dei club un sintomo evidente di una programmazione approssimativa“. Gli Emergenti del resto questa settimana si radunano e giocano un importante test match di preparazione niente popò di meno che con la nostra Under20!!!

Cavinato però va avanti e mette sotto accusa non solo la programmazione di Orlandi, tecnico FIR della Emergenti, ma anche le sue stesse scelte di selezionatore e, a proposito dei selezionati, fa diversi esempi ma due su tutti sono davvero azzeccati.

Il primo riguarda proprio due giocatori, convocati per la Emergenti adesso, arrivati quest’anno al Petrarca, due ex-Benetton, due che arrivano dal Pro12, due che hanno già fatto parte della Nazionale maggiore: Bacchin e Ragusi. Questi due sono tante cose, anche molto bravi, ma non certo degli “emergenti” e, inutile nasconderlo, ha fatto sorridere molti questa “scoperta” di Carlo Orlandi. Con tutto il rispetto ed i migliori auguri ai due ragazzi ma gli “emergenti” sono altra cosa.

Il secondo exploit di Orlandi, sottolineato da Cavinato, riguarda la convocazione del classe ’90, rumeno di “formazione italiana” George Iacobs fra le prime linee: “emergente” anche lui?

Cavinato però sa bene cosa sta dicendo perchè in molti hanno l’impressione che Carlo Orlandi stia solo giochicchiando a fare il capo-grande, vuole fare il capo della Nazionale di Eccellenza? Sembra veramente Orlandi si stia “facendo spazio” per mettersi in mostra agli occhi di O’Shea, giochetti suoi insomma, sembra roba politica.

Le stesse dichiarazioni dell’Orlandi alla stampa dopo le convocazioni avevano tutto il sapore della sua ansia di essere primadona e non comparsa: ” L’obiettivo della squadra è proprio quello di vedere i giocatori selezionati dall’Eccellenza ad un livello di competizione più alto“. Il livello alto di Orlandi? fino ad oggi i “suoi” selezionati hanno giocato qualche partita nel mese di giugno nella Nations Cup (2016) e nella Tibilisi Cup (2014 e 2015). Da quest’anno però l’Orlandi ha annunciato grandi novità, due partite in più: una con una selezione di giocatori scozzesi che forse, probabilmente, chissà, più o meno, magari potrebbero anche giocare un domani nella Nazionale del loro paese, un’altra con i vincitori del campionato locale scozzese l’Heriot’s Rugby Club. Altra roba!

Insomma viene da chiedersi se questa Nazionale Emergenti serva davvero a qualcosa: ci sono le franchigie di Pro12 che alimentano la Nazionale, la Under20 che segue alle accademie e poi c’è il Campionato di Eccellenza che segue entrambi.  La verità è che la “cosa” Emergenti fatica ad avere un senso e lo stesso Orlandi, trovando difficile avere una sua reale collocazione, lo aveva involontariamente confessato dicendo, nella conferenza stampa di cui sopra, questa grande stupidaggine:” La selezione Emergenti serve ai club a sviluppare i propri giocatori e a quest’ultimi a testarsi…“. A posto così.

Cavinato quindi non tocca un tasto a caso, prende un settore preciso della FIR dove potrebbe nascondersi non solo un “ente inutile” ma anche un vero competitor del campionato di Eccellenza, dei suoi tecnici e della programmazione dei team.

Un ultimo punto: il tecnico del Petrarca sa inoltre benissimo che tutto il turno del Campionato Eccellenza che si gioca il prossimo fine settimana, oltre al suo Petrarca Vs Rovigo c’è anche San Donà Vs Viadana e Calvisano Vs Mogliano, è cento volte più qualificante di questa convocazione Emergenti ma come farlo sapere ai suoi giocatori? Et voilà.

.

One Comment to: L’IRA DI CAVINATO CONTRO ORLANDI: IL PROBLEMA E’ CHE HA RAGIONE

  1. Filippo83

    ottobre 24th, 2016

    Bisognerebbe che i giocatori rifiutassero volontariamente la convocazione. Ma sarebbe possibile senza sanzioni né verso le persone né verso i club?