ECC G 2 2016 2017

Si voleva un segnale positivo da questa Eccellenza, è arrivato alla seconda giornata: sono infatti otto le squadre che hanno portato a casa punti dai match di questo turno di ottobre.

I punti di bonus servono moltissimo, a fine stagione sono proprio quelli che pesano di più, ma questo positivo equilibrio in campo sembra dettato più da contesa vera che non da ricerca di semplice “bonus”.

Cinque match, due di questi vedono le vincenti costrette a cedere il punto di bonus, uno finisce nel salomonico pareggio, due invece vedono due team soccombere con maggior decisione ma davanti alle prime della classe.

Otto team che se la sono giocata fra loro fino in fondo. E’ il sogno di molti appassionati avere un campionato non più spezzato in tre “fascie”, sarebbe una Eccellenza equilibrata e quindi davvero interessante. Il segnale arrivato da questa fine settimana d’autunno direbbe così ma andiamoci piano, fino a che punto è davvero equilibrio e non solo buon equilibrismo? Ma soprattutto, ci fosse davvero un bilanciamento fra i team, a che punto si posizionerà l’asticella tecnica? Questo conta davvero più di ogni altra cosa.

Lyons e Lazio non fanno punti. Anche questo è un segnale, non determinante però per nessuna delle due. I Lyons avevano messo fieno in cascina la scorsa settimana in una convincente prestazione a Ponte Galeria, più pericolosa ma da rivedere nel tempo la posizione della Lazio che ha subito troppi punti in entrambe le giornate ma, da segnalare, ha incontrato sui suoi passi Cavisano e Petrarca, mica giuggiole.

Sono trascorse solo due giornate, la classifica è sonoramente bugiarda. Se si mettono giù i numeri fin qui raccolti si potrebbe anche rispondere ad una domandona: chi sta veramente adesso in cima alla classifica?

Il San Donà di Zane Ansell è il vero protagonista fino ad oggi. Prima stende il Mogliano e poi raggiunge il pareggio al Battaglini portando via a Rovigo, in casa sua, due mete di intercetto, due punti in classifica ed anche il Man of the Match, un tipo quest’ultimo sandonatese doc: Dario Schiabel, classe ’97, centro accademico. San Donà primo in classifica, da queste parti per ora pare così.

Chi invece ha molto di cui preoccuparsi sono le Fiamme Oro. Viadana strapazza il modulo cremisi ed i sogni di Casellato si fanno cupi. Il Coach dei poliziotti conta a fine partita fra le sue fila 3 cartellini gialli ed un piede scarso di Buscema ma soprattutto una macchina da guerra ancora in fase di costruzione. Frati sorride ad un match vinto quasi in rimonta, protagonisti i suoi argentini,  un Brian Ormson preciso (6/8) ed un Juan Ignacio Brex, centro classe ’92, man of the match.

Mogliano vince e Reggio convince. Tanta fatica per i ragazzi di Eigner che la spuntano a suon di rolling maul in una partita tutta in salita. Primo tempo da archiviare fra i brutti ricordi per i trevigiani. Reggio comincia a fare un pensierino al colpaccio, prima o poi magari lo porta a casa.

L’Eccellenza va ora in archivio. torna a fine mese, ma in verità rimane attiva sotto falso nome. Parte il Trofeo Eccellenza che vede schierate 6 team di Eccellenza, gli altri vanno a fare la Challenge Cup Qualifying Competition. Si va in Europa!!

Mogliano vola effettivamente a Mosca e poi c’è il derby, questa volta “europeo”, Petrarca Vs Rovigo. Dite questo non sia “andare in Europa”? I soliti polemici. La settimana successiva si va ancora in Europa: Rovigo incontra Calvisano ed il Mogliano, ancora in trasferta, è in casa del Petrarca.L’Eccellenza riprende poi il 29 ottobre con Petrarca Vs Rovigo e Calvisano Vs Mogliano. Europa: no comment.

.