REPRO FREE***PRESS RELEASE NO REPRODUCTION FEE*** 2016 RBS 6 Nations Championship Launch, The Hurlingham Club, Ranelagh Gardens, London 27/1/2016 Pictured (L-R) Italy captain Sergio Parisse, Wales captain Sam Warburton, Ireland captain Rory Best, England captain Dylan Hartley, Scotland captain Greg Laidlaw and France captain Guilhem Guirado at the launch of the 2016 RBS 6 Nations Championship at The Hurlingham Club in London today. Mandatory Credit ©INPHO/Billy Stickland

Magari quest’anno ci fa una sorpresa, lo ha detto lui Jacques Brunel, esattamente:”Quest’anno abbiamo un gruppo nuovo, un mix tra dieci giovani esordienti e i giocatori più esperti: il Sei Nazioni e’ il torneo più bello al mondo, ogni anno ci sono delle sorprese, stavolta vogliamo esserlo noi“.

Il francese non ha torto ma allora a noi, un po’ per gioco ed un po’ per voglia di entrare finalmente nel centro di questa bellissima competizione che sabato apre i battenti, piace cercare di capire quale potrebbe essere il match sorpresa, quale sarebbe il fine settimana in cui Brunel dovrebbe puntare davvero le sue carte. Insomma, per quanto paradossale possa sembrare ad alcuni, a chi possiamo fare davvero lo sgambetto?

L’Italia gioca in Galles nell’ultima giornata del Torneo per quella data gli uomini di Gatland potrebbero essere ancora in corsa e, per quanto ci possano essere arrivati con il fiato corto, la nostra Nazionale non pare al momento quella che va al Millennium Stadium e fa sorpresone contro questo Galles. L’Irlanda è la Nazionale forse più quadrata del Torneo, tornano alcuni grandi nomi, gente che non fa sconti, non è gente da flash & surprise. Poi l’Inghilterra

Potremmo analizzare in questo modo tutti i nostri avversari, noi così delusi dai nostri Mondiali, vittime dell’aria ancora viziata che si respira nella nostra Nazionale azzurra nonostante le convocazioni abbiano già aperto i balconi. Memori dei nostri risultati sempre negativi, non troveremmo mai la “sorpresa” che Brunel si augura. Alcuni di noi comincerebbero a fare i professori, “se gioca centro quello o quell’altro…. se poi il mediano si sposta di più… se la mischia….” e via con un sacco di nomi importanti. Se ragionassimo così il risultato sarebbe: nessuna sorpresa in agguato.

Eppure anche gli altri non stanno benissimo e c’è qualcuno che teme moltissimo proprio il suo esordio, una squadra che affoga nelle polemiche, che ha fatto un Mondiale peggiore del nostro, completamente rifondata da un tecnico nuovo che, anche se dovesse perdere, non verrebbe poi nemmeno crocifisso che i suoi tifosi hanno visto ultimamente comunque di peggio: è la Francia.

Il nuovo tecnico dei transalpini, Guy Novès, vuole riportare al rugby francese il rugby francese, basta scimmiottamenti, si stava meglio quando si stava peggio, per fare questo sta mettendo mano all’impianto della Nazionale in maniera coraggiosa. Ha lasciato a casa nomi come Mathieu Bastareaud che, oltre ad essere una scelta tecnica, è un segnale mediatico preciso. Chissà se tutti nello spogliatoio gradiscono questi “cambiamenti” che tutti ci ricordiamo benissimo di cosa è capace un certo spogliatoio de “Les Coqs”.

Guy Novès non ha la migliore Francia, è anche sfortunato, ha perso Wesley Fofana per infortunio in questi giorni dopo aver perso Benjamin Fall, Vahaamahina e Parra; lo Stadio poi non sarà pienissimo e tanto meno osannante, gli stessi compensi dei giocatori per questo Sei Nazioni avranno una formula nuova e nessuno scommette che non influiranno sull’umore dei “senatori”. In Francia i soldi contano sempre di più.

Insomma la nostra sorpresa potrebbe già essere dietro l’angolo, un dispetto ai galletti è possibile, potrebbe essere la Francia il primo obiettivo solido di questa Italia che cerca riscatto? Quale migliore luogo per fare un altro pezzo di storia per Capitan Parisse se non a casa sua, dove lo hanno eletto giocatore dell’anno e dove è campione di Francia?

Inizia il Sei Nazioni sabato 6 Febbraio c’è Francia Vs Italia: sorpresa ?

.

One Comment to: ALLORA BRUNEL A CHI LA FACCIAMO QUESTA SORPRESA?

  1. tpepi

    febbraio 2nd, 2016

    concordo, se dovessi scegliere una partita in cui intravedo molto lontanamente una sorpresa (…dubitativo non è mai abbastanza) è proprio quella contro la “nuova” Francia. Purtroppo spesso in passato i nostri ragazzi a inizio torneo hanno faticato più degli altri ad entrare carichi e concentrati. Speriamo per questo inizio e li sosteniamo, con ogni risultato.