Carlo Canna con la maglia cremisi delle Fiamme Oro, nella stagione 205-2016 sarà alle Zebre

Carlo Canna con la maglia cremisi delle Fiamme Oro, per la stagione 2015-2016 è alle Zebre

Il fatto che Munari non avesse idea di chi fosse Carlo Canna tanto da annunciare il suo ingresso in campo con una specie di Canna Chi?” durante la telecronaca di Galles vs Italia  è cosa che ci viene facile non credere ma, il Vittorio ovale riesce ad essere protagonista anche quando non dice nulla, il messaggio che passa è forse uno dei più interessanti che si poteva pescare.

Il ragazzo in questione è un classe ’92, viene da Benevento, vivaio classico al quale guardano con attenzione le Fiamme Oro, è uno dei molti ragazzi nati a sud di Roma che vestono la maglia dei poliziotti, alcuni meriterebbero attenzione anche solo per stroncare quella stupida idea che il Sud non produca talenti.

Nessuna attenzione invece, per nessuno, ne’ per il Sud e tanto meno per il Nord, se non provieni dalla Accademia, se, come insegna il caso Haimona voluto da Gavazzi in Nazionale, non stai già in tasca ad una delle franchigie o in tasca ad un potente della FIR, col fischio che ti guardano. Ecco allora che ti capita di esordire in un Test match pre-mondiale e sentirti il tuo “Canna chi?”.

Dispiace dirlo ma Canna arriva alla Nazionale per esaurimento scorte mica perchè Brunel si fosse appassionato di lui ma del resto il francese come avrebbe potuto farlo visto che non vede nessuna partita di Eccellenza e prende poco in considerazione pure quelle di Pro12?

Per vedere Carlo Canna all’opera e sapere che era uno su cui ci si poteva contare  si sarebbe dovuto avventurare nel massimo campionato italiano, cosa che da queste parti si fa per vocazione, si sarebbe trovato la accoppiata micidiale che univa il nostro in questione a quel genietto di mediano di mischia rispondente al nome di Nicola Benetti. Visti i due si avrebbe avuta anche l’occasione di mischiare le percentuali al piede di quel Nicola con quelle di questo Carlo e si sarebbe trovato una buona parte della risposta alla quarta posizione in campionato delle Fiamme Oro nella scorsa stagione.

Talento puro quello del Canna come molti altri che stanno in Eccellenza, gente che poi arriva in Pro12 e fa panchina stabile dietro al super-nome di turno magari straniero.

Canna ha fatto solo un quarto d’ora più che decente in un Test Match con la maglia della Nazionale, questo vuol dire davvero poco, da queste parti di questo prendiamo atto, con tranquillità, perchè Carlo Canna da queste parti non è “Canna chi?”, lo si è visto giocare, se avrà opportunità, con calma, uscirà fuori.

Carlo Canna, piaccia o no, è un “prodotto” del Campionato di Eccellenza, Professor Pasquale Presutti & Co, marchio Fiamme Oro. Campionato chi? E’ questo il vero problema, non avere un massimo campionato italiano visibile e visto ci nasconde tutti  i “Carlo” che invece ci sono eccome e sanno davvero giocare a rugby.

Le franchigie non bastano, ci serve un massimo Campionato italiano di alto livello, il rugby crescerebbe moltissimo, sotto tutti i punti di vista.

.

5 Comments to: CANNA CHI? CARLO ED IL CAMPIONATO DI ECCELLENZA

  1. Zonza

    settembre 8th, 2015

    Bellissimo articolo, lo stesso Munari in telecronaca ha ammesso che Canna ha ottime mani e visione di gioco….

    La nostra Eccellenza dovrebbe dare più spazio a giovani giocatori come lui, invece di schierare stranieri di terza o quarta fascia…

  2. M.

    settembre 8th, 2015

    inizio a crederlo anche io. Ed ero un grande fautore della Celtic. Spendiamo 8 milioni federali + non si sa quanti altri “privati” per fare campionati dove prendiamo 11 mete in 50 minuti… Ha senso?

  3. Sergio Martin

    settembre 8th, 2015

    Bell’articolo. Però, certo, ci vorrebbe un’Eccellenza di alto livello, ma purtroppo mancano risorse, sponsor e pubblico… Bisognerebbe fare almeno una buona promozione del campionato, per attirare gli spettatori.

  4. davide

    settembre 8th, 2015

    canna in quel quarto d’ora ha messo un drop al millenium, ha fatto un calcetto a seguire riprendendo il pallone, con un calcetto ha fatto correre inutilmente biggar come un apecar e ha spostato l’ovale sulla linea d’attacco con velocità e precisione.
    canna chi??…quello che si doveva far giocare prima e al posto di haimona.

  5. Antonio

    settembre 19th, 2015

    Davide sono d’accordo con te, se poi guardiamo le statistiche Haimona è stato il peggior placcato re del 6 nazioni.
    Evidentemente le statistiche non sono importanti come le simpatie.