PRO12

Non ci sarà il Presidente FIR Alfredo Gavazzi alla finale del Pro12 che si svolgerà sabato 30 maggio alle ore 18.30 al Kingspan Stadium di Belfast fra gli scozzesi di Glasgow degli Warriors e gli irlandesi pluridecorati di Munster.  Sciolte le file in casa Benetton e Zebre il Pro12 passa al suo ultimo atto ma il Presidente Federale non ci sarà a Belfast. La cosa ha sicuramente provocato grande delusione fra tutti i tifosi e gli appassionati celtici che si aspettavano una presenza così autorevole tanto che alcuni si erano riproposti la realizzazione di una nuova tribuna in cemento al Kingspan Stadium da lasciare inagibile per far accomodare la poderosa istituzione ovale italiana in occasione del match.

Non è dato sapere se IRFU, la potente federazione irlandese del rugbysi sia lamentata di questa assenza ma i ben informati dicono di un profondo rammarico fra i massimi vertici dell’isola verde, la Federazione scozzese avrebbe chiesto il rinvio della partita mentre i più si sono chiesti indispettiti cosa altro avesse da fare di più importante il Presidente della FIR.

Tramontata la possibilità di poter realizzare la tribuna in cemento di cui sopra i  bene informati ci assicurano che Munster aveva persino offerto al Presidente Gavazzi un posto in tribuna da vero arbitro imparziale del match, ovvero dentro la propria cabina a fianco del proprio Coach  e del proprio Director of Rugby, pare il gesto sia stato molto apprezzato dagli Warriors Glasgow, il loro allenatore dalla commozione ha venduto il proprio kilt ad una asta di beneficenza a favore del Bilancio FIR.

Rimane un dubbio sulla direzione dell’incontro, i più danno per certo che verrà affidata a Nigel Owens ma l’arbitro gallese è in forte dubbio visto che gli organizzatori stanno verificando la disponibilità di Carlo Damasco. Voci incontrollate dicono che l’arbitro italiano prima di accettare abbia voluto sincerarsi sulla presenza in campo di Paul Griffen, diversamente non potrà fare parte dell’evento; pare il Presidente degli arbitri italiani Maurizio Vancini abbia già risposto negativamente ai colleghi celtici per l’invio a Belfast di un TMO, “Non ne abbiamo mai avuti, in Italia giochiamo con il pallone numero cinque” è stata la decisa e risentita risposta del nostro Capo degli arbitri.

Perchè ci sarebbe tutta questa pressione verso il nostro rugby da parte dei vertici del Board celtico? La cosa non ha immediata  risposta ed i media italiani, a partire da autorevoli portali come Onrugby.it  o la Gazzetta dello Sport, sono estremamente concentrati sulla finale del Campionato di Eccellenza da aver perso di vista questa incresciosa vicenda.

La finale del Pro12 è ad un passo da noi: vinceranno finalmente gli scozzesi alla loro seconda finale consecutiva o il titolo celtico rimarrò in Irlanda passando dalla corte di Leinster a quella di Munster?  Resta il fatto che il Presidente Gavazzi non sarà a Belfast, il Board del Pro12 ha comunicato che si giocherà lo stesso.

Diceva mio nonno: ” Chi c’è c’è e chi non c’è non conta“.

.

One Comment to: IL PRESIDENTE GAVAZZI DISERTA LA FINALE DEL PRO12, DOMANI A BELFAST NON CI SARA’

  1. Bersagliere

    maggio 29th, 2015

    Letto tutto d’un fiato, me la sto facendo addosso.
    Pungente e ironico come sempre ma acuto più che mai.
    Complimenti.
    Purtroppo è la triste realtà, chissà se domani lo vedremo a Rovigo, noi non ci dormiamo la notte…