bath tolos

Sturate con pomposa serenità le prime due giornate di Champions Cup nelle nuova formula europea intriga leggere un po’ di numeri, la cosa non rende giustizia ai molti super campioni che si sono visti in campo ma rende bene l’idea di quello che poi alla fine conta davvero: il risultato.

La domanda alla quale si vuole però rispondere non è semplicemente come va il Tolone, o Leicester, Brive o le Zebre ma come vanno i loro campionati, come vanno i team del Top14 francese in Champions Cup? e quelli del Pro12? quelli della Premiership inglese? Per questo si è qui aggregato i risultati dei team appartenenti ai tre campionati in questione e verificato come sono andate le “sfide fra i campionati”, almeno fino ad ora.

La partite che si è preso in considerazione sono 17 su 20, 3 infatti si disputavano fra team dello stesso campionato e non sono state per questo conteggiate.

La vera sorpresa arriva dall’area celtica e le più cocenti delusioni da quelli della Premiership, la Francia non ha alcun dominio assoluto nonostante alcune corazzate “straniere” messe in campo. E’ vero che “il Pro12” gioca ben 7 partite con gli inglesi vincendone 5 e lasciando una differenza punti positiva di 21 punti, però i team del Pro12 giocano anche 5 partite con quelli del TOP14 perdendone 3 e lasciando sul campo una differenza punti negativa di 29 punti. Batosta per gli inglesi anche nel confronto con le belle francesi, giocano con loro 5 match e ne perdono 3.

Più secchi i numeracci se si prendono aggregati;non avendo un numero uguale di partite giocate ci si ritrova nel mondo della percentuale per stabilire un principio di uniformità ed allora si nota che la percentuale di vittorie dei francesi è, ad oggi, del 60% in sostanziale parità con il Pro12 che è a 58% ma ha giocato più match. La questione cambia quando si va sui punti fatti e subiti: quando i francesi vincono lo fanno con maggior larghezza, la differenza fra punti fatti e subiti è ampiamente positiva (+49) sostanziale parità per quelli del Pro12 (+9).  Ultima nota forse meno accattivante: i gironi della Champions sono 5, su 2 di questi in testa c’è un team francese, altri 2 al Pro12 ed 1 agli inglesi.

Detto questo invece di contare i punti a qualcuno piacerebbe contare i soldi, è vero che siamo ancora molto distanti dalla finale ma, ad oggi, il 50% (medio) in più di budget delle francesi rispetto alle celtiche pare non aver ancora dato i suoi frutti e questo dato potrebbe anche migliorare a vantaggio del Pro12. Pensa un po’.

ch cup confronto