paolo w

Paolo Wilhelm, “il Grillotalpa” fondatore ed autore di OnRugby.it

Sono circa le nove del mattino del 22 ottobre, ieri, ed il super portale OnRugby.it lancia una intervista a Jacques Brunel, realizzata presumibilmente il giorno prima. Fra le tante questioni poste nell’intervista c’è quella del capitano della Nazionale per i prossimi test-match e OnRugby chiede a Brunel:Capitolo capitano: lo farà ancora Sergio Parisse o si prosegue sulla strada di Geldenhuys?La risposta del francese è almeno chiara: ” Sarò sincero: è un tema che per questi test-match non abbiamo ancora affrontato, non ci abbiamo ancora pensato. Ci sono cose più urgenti e importanti prima”.  

Ieri mattina, è sempre il 22, c’è la presentazione dei Test match alla stampa a Roma, al Salone d’Onore del CONI e quando tocca al Coach viene presentata la squadra e Brunel comunica il nome del capitano dicendo:” Per quanto riguarda il capitanato, Parisse guida questo gruppo da anni e non abbiamo mai avuto dubbi sul fatto che, dopo essere rimasto a riposo durante il tour, nel corso del quale Geldenhuys ha svolto un eccellente lavoro, Sergio sarebbe rientrato regolarmente nel ruolo”. Si è dimenticato di dire “sarò sincero.

Siamo passati da un tema che non abbiamo ancora affrontato” ad un non abbiamo mai avuto dubbi. Cose che capitano? Certo che no, caro Jacques.

Lasciamo ad OnRugby ed al suo fondatore, il mitico “Grillotalpa”, verificare se vale la pena capirci qualcosa di più perchè in questa vicenda si insinua la vocina del passerotto malizioso che dice il nome del Capitano a Brunel sia stato “suggerito”. Qualcuno dirà che è la solita dietrologia zeppa di risentimento verso il Presidente e la FIR ed è difficile dargli torto ma, obiettivamente, come si fa a non dubitare che sia invece veramente così? Insomma la dietrologia qualcuno questa volta l’ha davvero aiutata, Brunel in testa.

Se davvero lo staff tecnico avesse voluto aspettare i raduni finali per presentare il Capitano ed invece altri abbiano ritenuto fosse meglio così come è invece andata? I condizionamenti “politici” allo staff tecnico paiono non essere una novità in casa FIR e, tutti lo sanno, sono quanto di più deleterio possa invece accadere ad un Coach ed ai suoi collaboratori.

Tutte illazioni? Può darsi di si, certo non sono verità fondate, diciamo che, fino ad un eventuale chiarimento finale, ammesso sia necessario,  ognuno si può fare la sua idea in proposito.

Volete sapere come la penso io? Sarò sincero ……

.