maleficent

Dal film di dark fantasy “Maleficent” Angelina Jolie nel ruolo di Malefica

Il De Rossi  girerà la testa anzi, “i capo”, e dirà “bischerate” e la cosa fa il suo gioco ma intanto tale Alessandro Andriolli ora se la ride, eccome se la ride. Quest’ultimo, negli stessi giorni in cui tutte le testate di Rovigo e del Veneto scrivevano della partenza di Andrea De Rossi dal Rugby Rovigo verso le Zebre,  fra il giorno 9 ed il 10 di questo mese, scriveva un pezzo sulla Cronaca di Rovigo del Resto del Carlino dove dava per sicuro l’inserimento di Joe Mc Donnel, ex All Blacks, al fianco di Frati per la gestione della mischia rossblù. Andriolli scriveva il pezzo senza mai citare il nome di Andrea De Rossi che, nello stesso giornale lo stesso giorno, aveva ampio spazio non come allenatore degli avanti del Rovigo ma sotto il titolo “De Rossi al timone delle Zebre”.

Apriti cielo! Il De Rossi è sbottato, non c’ha più visto ed il giorno 10 settembre ha vergato un comunicato stampa in carta rossoblù parlando del pezzo di Andriolli come fonte di “inesattezze” ma soprattutto “menzogne cattive e gratuite” e poi:” Joe McDonnell non ha iniziato a lavorare con la Rugby Rovigo Delta e di fatto non è stato inserito nello staff della prima squadra….Pertanto le cose scritte dal Sig. Andriolli possono essere definite menzogne cattive e gratuite.” La nota del De Rossi terminava definendo le righe dell’Andriolli come “spinte malefiche“.

Prendere a cinghiate un giornalista nel rugby non è cosa di tutti i giorni, di solito i termini sprezzanti vengono usati contro quelli che scrivono sul web, e quindi la cosa ha suscitato clamore anche perchè De Rossi diceva di parlare anche a nome del suo Presidente Zambelli e del collega Frati. Tutto vero ci mancherebbe, Andriolli è malefico, fino a quel giorno non si poteva avere alcun dubbio.

Ieri, 22 settembre dell’anno duemilaquattordici, il Rugby Rovigo ha comunicato:”Le società Zebre Rugby e Rugby Rovigo Delta comunicano che Andrea De Rossi dal prossimo mese di ottobre lascerà l’incarico di allenatore del Rugby Rovigo Delta per ricoprire il ruolo di Team Manager delle Zebre Rugby.”

Il teatrino è finito, Andrea De Rossi lascia la mischia di Rovigo, va a sostituire Ongaro alle Zebre. La cosa, peraltro secondaria e assolutamente ininfluente sulla personalità rugbistica del De Rossi e sulla sua altissima capacità professionale, insegna a tutti, anche a lui, che il Giacomo Badoer, poeta veneziano del ‘600, aveva ragione: “un bel tacer non fu mai scritto”.

Rimane la curiosità di sapere chi sarà il sostituto di De Rossi alla guida della mischia del Rovigo ma di questo forse tutti abbiamo un sospetto, quasi una certezza: Alessandro Andriolli lo sa.

.