Jolly_joker

ABBIAMO RISCHIATO GROSSO E’ quello che ha detto Brett Gosper, grande capo del governo mondiale del rugby, IRB.  Leggiamo la sua dichiarazione da Rugby 1823: “Quello che non vuoi è di finire in qualcosa che rovini il rugby a livello globale. Ci siamo andati vicini questa volta, ma alla fine si è arrivati a un accordo. Ovviamente speriamo duri a lungo questa pace e questa convivenza costruttiva.” Insomma Gosper ha compreso per un attimo cosa significa “vivere pericolosamente“, un po’ quello che facciamo noi tutti i giorni con la FIR. 

ZEBRE SENZA APPEAL La Tribuna di Treviso ci racconta che molte giocatori delle Zebre vorrebbero lasciare Parma per traferirsi sulla sponda Benetton:” Giazzon o D’Apice, ma anche Sarto e Van Schalkwyk avrebbero espresso la volontà di seguire il coach Umberto Casellato”. Oltre a loro già Venditti e Iannone. Visto la situazione di disarmo in cui si trova la ex-corazzata biancoverde non ci si capacita di cotanta adesione. I soliti maliziosi dicono che a Parma non si sta poi così bene e che vivere l’atmosfera un po’ cupa del mondo zebrato non faccia bene ai nostri che preferiscono così l’aria più goliardica e sana di Treviso. Ci si potrebbe rifare a Mina,”una zebra a poi è una grande novità poverina lei non sa d’essere piena di pois…” oppure fermarci a similitudini da catena alimentare “chi Zebra si fa il Leone la mangia”.

GIRA, IL MONDO GIRA OnRugby da notizia che si è svolta l’Assemblea dei giocatori della G.I.R.A. (Giocatori d’Italia Rugby Associati, il sindacato dei giocatori che raccoglie la quasi totalità degli atleti delle due franchigie e buona parte di quelli dell’Eccellenza) i quali hanno emesso un lunghissimo comunicato. I ragazzi si sono confrontati su molti aspetti della loro occupazione e svolto molte attività fra le quali una di team-building così descritta dal comunicato stampa della GIRA :”Sui traguardi raggiunti nel team-building dai giocatori di G.I.R.A., ci ha pensato il formatore e mental-coach Roberto Merli, sempre molto abile a risaltare l’importanza degli aspetti motivazionali degli atleti e del lavoro di team”. Per i risultati del team-building dei giocatori della Nazionale aspettiamo tutti con ansia il casuale comunicato stampa di Andrea Lo Cicero ed il frettoloso tweet di Parisse. 

.