Buona giornata per le scozzesi, facilino in verità il compito di Edinburgh che mette sotto le Zebre segnando 5 mete di cui 2 direttamente a cura del genietto locale Tim Visser. La squadra italiana non si segnala per chissà quale giocata e Gajan rilascia a fine partita praticamente identica dichiarazione dei due match precedenti : ” ll punteggio ancora una volta è troppo severo. Il divario non coincide con la differenza delle due squadre in campo…”. Gli Warriors invece seppelliscono con la furia di Van Der Merwe i malcapitati Ospreys che si accovacciano praticamente nel fondo della classifica. 
E’ un drop di Sexton ad un minuto dalla fine che ruba il sogno alla Benetton sempre più coriacea e proporzionata nel suo volume di gioco, con una buona mischia  ma vittima di troppi errori sui fondamentali e poca sicurezza dentro i 22 avversari. La mano di Smith nella formazione c’è eccome anche se la cosa che azzecca di più il coach trevigiano sono i cambi: meglio Semenzato e Burton alla mediana!  Sempre Scarlets in testa alla classifica che si dimostra ad ogni turno sempre più “provvisoria”, troppi team a risultati scostanti, troppe “stelle” fuori dal campo e troppi errori che non lasciano spazio al gioco tipico dell’Alto Livello (quello degli altri eh!). Attendiamo buone nuove dal prossimo turno che si preannuncia “di rottura”.
Classifica Pro12

Scarlets14 Ulster 12 Edinburgh 10 Munster 9 Blues 9 L:einster 9 Warriors 5 Dragons 5 Connacht 5 Benetton Treviso 5 Ospreys 2 Zebre 0

.