“Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino”, oppure “Raglio d’asino non arrivò mai in cielo”, un altro famoso proverbio è anche “Le bugie hanno le gambe corte“. Alla nostra Italia piace trastullarsi con i proverbi o le citazioni e in mezzo a tutti questi proverbi se ne trova da oggi uno nuovo, “Il postino ha il raffreddore, Wakarua gioca“. 
Contro il raffreddore : suffimigi
Vi ho scritto qualche giorno fa del ricorso presentato dal Mogliano contro il Prato per diverse pesanti scorrettezze prodotte dai toscani nella gara 2 di semifinale, oggi avremmo dovuto commentare della sentenza del giudice, sentenza che avrebbe con ampia probabilità tolto dal campo fra i pratesi per le gare di finale contro Calvisano il temibile Wakarua. Si legge invece che non c’è sentenza alcuna perchè il ricorso non è arrivato in tempo alla FIR ed il Giudice non ha potuto vederlo. Tutta colpa di un ritardo, un drammatico, proverbiale, salvifico, impensabile ritardo. Ah queste Poste, il solito ritardo! Magari è solo il postino che è rimasto a casa con la classica rinite acuta. Il ritardo in Italia è una bellissima fantasia, a volte una oggettiva difficoltà, altre volte una casuale benevolenza. Il grande Massimo Troisi intitolò il suo secondo film (1983) “Scusate il ritardo” per giustificare i tempi di attesa lunghi. Invece una donna di solito non ci arriva mai ma quando il ritardo è suo preparatevi a nuovi ingombri. Oggi come oggi, con il vento che tira e mentre la coccodrillesca Ministro Fornero ammette “i ritardi nell’attenzione ai più deboli” , i ritardi più frequenti sono quelli “di pagamento”. Ci sono anche dei professionisti, come è vario il mondo, che si occupano di eliminare i ritardi temporali del subwoofer o in bi-amplificazione ma, stranezze a parte, resta il fatto che Trenitalia con una fantasia tutta italiana si è inventata pochi anni fa una particolare tipologia di treni : “i treni con ritardo programmato”. Prezzolini diceva che ” Tutto è in ritardo in Italia, quando si tratta di iniziare un lavoro. Tutto è in anticipo quando si tratta di smetterlo” mentre il grande Chaplin un ritardo lo auspicava “La giovinezza sarebbe un periodo più bello se arrivasse un po’ più tardi nella vita“.
Ecco la FIR che si impiccia ora con il suo ritardo. Un plico così, che contiene un ricorso documentato con filmato, un filmato che tutta l’Italia ovale ha già visto su internet, un plico così non è che uno se lo va a prendere in fretta? Mica per la precisione ma solo perchè, in fondo in fondo, c’è in vista solo una finale scudetto; in tutti i casi,  così,  tanto per garanzia di equità,  uno magari, chi lo sa, invento, può anche aprire una sessione straordinaria del Giudice Sportivo. L’economista americano Milton Friedman ha detto “L’opportunismo di uno è l’arte politica di un altro“, molto simile a quel nuovo proverbio italico “Il postino ha il raffreddore, Wakarua gioca“. 

.

3 Comments to: IL POSTINO NON SUONA DUE VOLTE, WAKARUA GIOCA.

  1. Anonymous

    maggio 11th, 2012

    Non è vero che la documentazione è arrivata in ritardo . Mercoledì era tutto sul tavolo del giudice. É una farsa. Una SCUSA per non prendere una decisione . Vergogna .

  2. Anonymous

    maggio 11th, 2012

    Anche Rovigo a Padova aveva in campo un giocatore che poi ha preso tre mesi di squalifica…..
    Roberto

  3. Grillo

    maggio 11th, 2012

    Il ricorso non va dal giudice ma alla commissione disciplinare …… Che alla fir ……. Si riunisce SOLO OGNI 15 giorni !!!!!! Quindi la sentenza esalata arriverà mercoledì prossimo . In europa la disciplinare si riunisce all’occorrenza tutte le settimana .