Consulenti !

Per scegliere il proprio coach la federazione inglese ha assoldato una nota agenzia di cacciatori di teste, consulenti d’azienda, consulenti di selezione del personale, una cosa molto “avanti” che ha tutto il mio sincero apprezzamento e questo l’ho già scritto. Pare però che il risultato degli inglesi non sia andato molto distante di quello che avrebbe combinato un qualsiasi italiano utilizzando lo stesso tempo e, in sostituzione di tanto costosi headhunter, un po’ di italico buon senso. Siamo arrivati infatti alla fine di marzo e la RFU con i suoi consulenti ha già combinato moltissimi colloqui, alcuni in località segrete, la lista degli aspiranti però si è ristretta a due pretendenti. In verità le modalità ufficiali di restringimento della suddetta lista sono state ufficialmente dettate dal ritiro di quasi tutti i candidati. Fosse vero vuol dire che la posizione di head coach della nazionale inglese non è poi così ambita, non fosse vero e fosse stata , quella di molti prestigiosi aspiranti, una uscita concordata dalla competizione  allora saremmo di fronte a sceneggiata degna del nostro  “paese d”o sole” (i consulenti erano italiani??) Quale delle due versioni ? A guardare bene, visti gli avanzi rimasti nella selezione pare ci sia stata fuga da Londra, rifiuto di cotanta responsabilità. Rimangono infatti  in corsa quanto di più scontato si potesse pensare ovvero  il “coach provvisorio” Lancaster, che ha ben fatto al Sei Nazioni, ed il “nostro” non compianto Mallett.  Per una scelta così noi in Italia ci avremmo messo cinque minuti a pensarla e, visto il livello di politologia della nostra federazione, lo stesso tempo a partorirla ma con un risparmio non indifferente di soldi per consulenti vari. E’ vero allora che il consulente è colui che guarda il tuo orologio e sa dirti che ora è, perchè lui se ne va in giro senza
In tutti i casi la cosa mi ricorda la barzelletta di quella signora che racconta alla polizia di essere stata violentata da un consulente  descrivendolo come  “tipo in giacca e cravatta che parlava molto forbito e con termini inglesi , aveva il pc portatile”, quando il poliziotto le dice che non è una descrizione sufficiente per sostenere fosse un consulente la signora risponde:”Certo che era un consulente perchè ho dovuto fare tutto io!”. 

Lancaster o Mallett ?  Per me è Lancaster e non stacco neanche la fattura. 
.

One Comment to: LANCASTER MALLETT LA RFU ED I SUOI CONSULENTI

  1. aprile 4th, 2012

    AGGIORNAMENTO
    Eureka!! Ho vinto la scommessa con me stesso. La RFU ha scelto Lancaster.