La domanda imprescindibile, forse la più sciocca sportivamente parlando ma la più interessante a livello di comunicazione e penetrazione sportiva nel tessuto sociale, è questa : ma tutti questi titoli, di cui qui sotto è solo una selezione, rappresentano solo un grande insuccesso sportivo? Oppure questo insuccesso sportivo ci da la dimensione di un altro successo? Tutti questi titoli dissacranti perchè c’è paura della penetrazione del rugby o perchè c’è interesse nel fenomeno rugby?  Io penso che dietro questi brutti titoli ci sia invece un grande successo. Penso però che per meritarli non basti vincere in campo. Bisogna fare molto di più, ci faccia una pensata la FIR, molto seriamente. La partita del rugby italiano non finisce all’ottantesimo.
.