Non ditemi che non è un bel campionato, con colpi di scena e dove non è mai detta l’ultima. Su queste ultima affermazione ci si potrebbe anche ricamare un po’ ma oggi andiamo al sodo, risultati alla mano. Primo dato importante è quello che, secondo i tabellini, la media spettatori per partita dei cinque match di Eccellenza è di 800 spettatori ad incontro, non sono pochi, sono pochissimi e stridono violentemente con le fanfare federali dei 70.000 all’olimpico, a meno che l’interesse per il nostro rugby sia pesato solo dalla decina di match annuali della Nazionale:  la forbice si allarga sempre di più e l’Eccellenza deve tenere duro. Buona fortuna.
La parola ora al campo. Rovigo non è più fra le prima quattro, Mogliano le ha stampato addosso la ripetizione della vittoria della andata e la passione polesana non è bastata. Mogliano invece ha “raccontato la verità” e adesso non si può più nascondere, ha delle ambizioni ? Può darsi di no ma forse adesso si. La fortuna sorride ai petrarchini, perchè è solo quella che garantisce loro la vittoria contro la Lazio. Semplici, essenziali e modesti i romani, bruttini i padroni di casa. Il gioco dei Campioni d’Italia è sempre lo stesso, calcio, palla avanti e pedalare, nessuna particolare evoluzione e massima concessione alle individualità e ieri di individualità negative se ne sono viste parecchie: le scelte della mediana  al limite dell’inguardabile e la preparazione di Hickey, l’irlandese che doveva fare la differenza, che va via via scemando invece che rafforzarsi. Non si capisce come questa squadra pur imbottita di stranieri (ben 10 in campo ieri) possa reggere il confronto con macchine da guerra come il Prato o fortezze come Calvisano,  forse è  solo una questione estetica perchè i numeri dicono che il campionato del Petrarca è “regolare”.  Ora il tempo per la verità è arrivato per parecchi , fra il recupero del decimo turno (mercoledi 22) ed il prossimo turno (domenica 26) i Campioni d’Italia incontrano Calvisano e Prato, così come il prossimo 26 il Mogliano incontra il Calvisano. Turni durissimi e la classifica dopo la dodicesima giornata potrebbe essere la vera sorpresa.  Colpo d’ala dei Crociati, pur a Catania, una soddisfazione che i parmigiani magari si meritano ma che non cambia di molto la classifica, li c’è niente meno che Giovannelli che sta tentando il miracolo, buona fortuna anche a lui.
CAMPIONATO ECCELLENZA 11° TURNO
San Gregorio Catania – Crociati Parma 7-13
Mogliano – Rovigo 26-19
Cavalieri Prato – L’Aquila 53-11
Petrarca Padova – Mantovani Lazio 13-9
Reggio – Calvisano 7-37

CLASSIFICA 
Estra I Cavalieri Prato punti 37; Cammi Calvisano 35; Marchiol Mogliano 33; Petrarca Padova 32; Femi-CZ Rovigo 27; Mantovani Lazio 18; Rugby Reggio 15; L’Aquila Rugby 14; San Gregorio Catania 11; BancaMonteParma Crociati 7

.

2 Comments to: ECCELLENZA: LA FORTUNA SORRIDE AI CAMPIONI?

  1. Enrico

    febbraio 20th, 2012

    Il Mogliano all’andata aveva imposto un pareggio al Battaglini (9-9), ma domenica ha dato una lezione al Rovigo, come al solito supponente e “inconcludente” alla fine. E Lombardi c’ha messo del suo facendosi espellere per stamping…
    Ma il Rovigo avrà modo di rifarsi con due incontri alla portata…il Petrarca deve stare attento a non perdere troppi punti!

  2. febbraio 21st, 2012

    Il pezzo è, lo ammetto, scritto male. Alla andata ci fu un caso a Rovigo per la mancata vittoria dovuta a vari problemi e fatta amplificare dalla stampa (il solito Polla Roux) ed io ho scritto “Mogliano le ha stampato addosso la ripetizione della vittoria della andata” era ironico solo per me ed incomprensibile per tutti. Capita. Chiedo scusa.