E’ Prato il “campione” del girone di andata ovvero di  quel “quasi-titolo” che forse abbiamo ereditato dal calcio,  che chiamano  “campione di inverno”.  Il bello però deve ancora venire. E’ vero che i Cavalieri toscani hanno centrato la prima posizione ma è vero che hanno lasciato sul campo  una sconfitta con l’ottimo Mogliano ed il pareggio con il Calvisano secondo dietro di loro. I giochi non sono per niente fatti, è un campionato ancora aperto perchè tutte le prime sei sono delle belle gatte da pelare.
La nona giornata portava con se l’aurea presenza del Derby d’Italia, Rovigo – Petrarca. Vince il Petrarca, meritatamente, senza dubbio e senza nemmeno soffrire più di tanto, coperto da una difesa molto bella oltre che concreta ed un vento che rende impossibile l’ostinazione rodigina alla trasformazione dei calci concessi dai troppi falli dei tuttineri.  Questi ultimi giocano un primo tempo guardingo e “brutto” nascosti dietro le due regole odierne del  Presutti: 1° conta solo vincere  2° vale solo la regola numero 1 (non conta come e con chi, chissenefrega dello spettacolo). E’ così che per tutto il primo tempo il Petrarca si impegna, con il solito calcio, nel restituire puntalmente la palla agli avversari ogni volta che ne arriva in possesso; nel secondo tempo cambierà registro, giocando più alla mano, alzando il fronte del gioco in avanti, fiaccando  un Rovigo volenteroso e combattivo ma che non riesce a a scalfire la volontà dei petrarchini. A me un Petrarca così non piace per nulla ma, l’ho già dovuto scrivere altre volte e lo ripeto perchè oggi la cosa è ancora una volta dimostrata:  chi vince ha sempre ragione, Presutti ha ragione, io assolutamente no. 
Molto buono l’esordio nel Petrarca di Garth Ziegler (una meta), a volte inquietante Hickey, lento e chiacchierone Travagli. Mahoney, Reato, Tumiati : si può dare di più.
Nove su quindici gli stranieri in campo nel Petrarca,, solo quattro nei rodigini. Sarebbe  davvero il caso la FIR ci dicesse chi deve giocare questo campionato. E’ assurdo che in Pro12 ci siano le limitazioni degli stranieri ed in Eccellenza non si capisca bene dove finisca una musica e ne cominci una di nuova. Forse però mi sbaglio anche qui.
Lo so che sembra stranissimo ma il prossimo fine settimana gioca ancora il campionato di Eccellenza, ben due partite di fila  caspita! Il match clou sarà Calvisano- Petrarca e sarà un  incontro che dirà molto alla classifica. All’andata vinsero i padovani (21-16).


CAMPIONATO ECCELLENZA 9° TURNO
Mantovani Lazio v Rugby Reggio 20-16 
Cammi Calvisano v Rugby L’Aquila  30-12 
Crociati v Cavalieri Prato 26-42 
Marchiol Mogliano v San Gregorio Catania 75-5 
Femi-CZ Vea Rovigo v Petrarca Padova 5-21

CLASSIFICA 
Estra I Cavalieri Prato punti 32; Cammi Calvisano 30; Marchiol Mogliano, Petrarca Padova 28; Femi-CZ Rovigo 26; Mantovani Lazio 17; Rugby Reggio 15; L’Aquila Rugby 14; San Gregorio Catania 10; BancaMonteParma Crociati 3

One Comment to: ECCELLENTE PETRARCA CHE VINCE IL DERBY D’ITALIA. PRATO PRIMA E “CAMPIONE” D’INVERNO.

  1. Fabio

    gennaio 30th, 2012

    bella quella delle due regole, considerala già fregata (o meglio, riutilizzata) 🙂