In giro si parla solo del super derby Aironi-Benetton che si giocherà allo Zaffanella di Viadana il 23 e ripetuto a campi inversi una settimana dopo. Non si può pretendere sia diverso ma il fatto che domani si giochi anche il campionato di Eccellenza non dovrebbe passare così inosservato. E’ una questione mediatica, lo so, Aironi e Benetton  non li abbiamo mandati in Pro12 per passare inosservati, è vero, lo so! Il derby di domani è ferocemente importante. Il Benetton deve confermare la sua corsa verso la parte alta della classifica ma soprattutto deve confermare la propria superiorità ad Aironi, superiorità che è stata più volte declamata durante il dibattito sulle difficoltà della franchigia lombardo-emiliana.  In verità tutta quella pubblicità positiva Benetton non l’ha mai chiesta ma se la è ritrovata addosso e nessuno è sicurissimo sia un bene. 
Il 23 gioca però anche l’Eccellenza e due match su cinque sono esplosivi: Mogliano – Petrarca e Rovigo – Prato. A Mogliano si disputa il derby che non ti aspetti, niente è scontato, la classifica non fa testo , le forze in campo se la giocano…. a prescindere.  In quel di Rovigo va in onda una sfida che ha il sapore di scudetto e via così, entrambe hanno il dovere di confermarsi nelle ambizioni, chi perde domani va un po’ nei guai.  Indovinate però di cosa parleranno i giornali il 24 nello scarso spazio dedicato al rugby? Esatto, della partita di Viadana ed il resto…trafiletti.
Posto che l’avventura celtica, come ho detto altre volte, è una idea positiva che sta dando esiti positivi e che  fa prevedere risultati positivi anche in futuro, c’è da mettere sul piatto la visibilità del nostro campionato maggiore. Il prossimo anno per il Pro12 sarà il terzo anno; se quest’anno Aironi e Benetton sono esortate spesso a prendersi responsabilità rispetto al proprio progetto verso il rugby italiano, il prossimo anno credo dovranno prendersi responsabilità anche verso il pubblico  e verso i campionati nazionali dei quali i celtici devono essere traino, locomotiva. Il campionato di Eccellenza è una bella cosa che va vista con maggior attenzione,  è una palestra importante per molti  ragazzi, spesso di vita prima che di rugby, è il nostro rugby.
Il rugby italiano  sarà più bello quando la Eccellenza verrà contaminata dal Pro12, allora si che avremo azzeccato l’ingresso in Pro12.
.

One Comment to: PRO12 ED ECCELLENZA : PER IL DOMANI CI VUOLE PIU’ AMALGAMA

  1. ivanot

    dicembre 23rd, 2011

    Sono assolutamente d’accordo con te, nessuna casa sta in piedi senza le fondamenta, il campionato italiano deve avere massima visibilità, perché per crescere servono è brutto dirlo i soldi e un management all’altezza, e un altro punto che non può essere messo in secondo piano sono gli spettatori, con gli stadi vuoti non vai da nessuna parte, serve un seria riflessione ad alto livello su che cosa vogliamo fare “da grandi”.