So di profanare un tempio sacro, so che la cosa può suscitare scandalo ma, non so se vi siete accorti, gli Aironi non vincono mai. La cosa peggiore è che continuano a raccattare figure non proprio esaltanti da formazioni che, al secondo anno di competizione celtica, dovrebbero almeno venire un pochino “contenute” nel risultato. Mah !  La Benetton invece comincia ad imprecare per le occasioni mancate, quella di Sabato contro gli Ospreys lo è stata, un pareggio regalato dai trevigiani causa qualche ingenuità di troppo. La squadra veneta se la gioca quasi sempre oramai e  sta acquisendo mentalità vincente anche in Heineken Cup . Ottima Benetton.

La cosa almeno originale della Amlin Cup è  quella che le squadre italiane escono da batoste incredibili prestandosi ad analisi del tipo “molto bene eravamo in testa fino al senso minuto” . ” abbiamo tenuto il primo tempo” , “verso la fine abbiamo fatto vedere chi siamo” e via così. Su queste analisi sorrisi e complimenti anche i tifosi trovano giovamento nel sano rifugio della “sconfitta onorevole” alla quale siamo stati abituati da anni.  In questo italico clima gaudente in stile “ultima Bisanzio” forse pochi si rendono conto che la ERC è un po’ stufa di tutte queste squadre italiane materasso che tolgono sale alla competizione, forse non sanno che la richiesta di abbassare da 4 a 2 il numero di italiane in Amlin Cup è dietro l’angolo e che non esistono motivazioni sufficienti per chiedere venga soprasseduto. Sono dieci anni che si sente la storiella che queste competizioni alle italiane  “servono per crescere” ma il livello delle sconfitte non è cambiato di una virgola, In verità le squadre italiane ricavano qualche buon soldino dal partecipare a questa coppa ed è quindi comprensibile non se ne vogliano privare ma lo sport, il rugby non fa eccezione,  è fatto per competere non per vedere di quanto si perde.
Nel panorama che potete rileggervi qui sotto i Campioni d’Italia perdono sonoramente dalla decima in classifica nel campionato inglese, il risultato del Prato parla da solo,  per quello dei Crociati ci affidiamo alle cronache inglesi che parlano di Worcester  “Freezing fog hits italian euro victory”  additando le “orribili condizioni del tempo” con le squadre che “lottavano nella penombra”.
E’ la penombra di Parma lo specchio della Amlin Cup italiana.

HEINEKEN CUP 

ASM Clermont  – Aironi  54 – 03
Benetton Treviso – Ospreys   26 – 26 
Petrarca – Falcons Newcastle 3- 34

Crociati – Worcester  3 – 34
Wasps – Femi Cz Rovigo 38 – 7
Exeter  – Prato  68 – 0 

.